Disponibile per il download da alcuni giorni, iOS 9.3 è finito nell’occhio del ciclone per alcuni bug e per un funzionamento tutt’altro che impeccabile sui dispositivi iOS con più anni alle spalle. Eppure, a leggere i dati di Aptelligent, la nuova release del sistema operativo mobile di Apple è la più stabile degli ultimi anni, soprattutto considerando il numero di novità apportate (si tratta inoltre di un upgrade rilasciato a metà del ciclo di vita di iOS 9).

Aptelligent ha portato diversi esempi per sostenere questa tesi, come ad esempio la percentuale media di crash di iPhone con iOS 9.3 verificatesi negli ultimi otto giorni pari al 2,2%, la più bassa tra le versioni di iOS oggi utilizzate e tra le release di Android, compreso Marshmallow con il suo 2,6% di crash. L’analisi rimarca inoltre come, se da un lato iOS continuerà sulla strada dell’unificazione tra le sue varie release, Android continuerà invece a essere una realtà ancora molto frammentata.

top-global-ios-100653385-large.idge

Secondo Aptelligent infatti il 14 aprile iOS 9.2 sarà installato sul 50% di tutti i dispositivi iOS, mentre alla stessa data Android Marshmallow raggiungerà a malapena il 10% di installazioni. Differenze tra i due colossi del mercato mobile che si notano anche andando a vedere le classifiche di diffusione degli smartphone. Se infatti i tre iPhone più venduti sono il 6, il 5S e il 6S (tutti recenti), nel caso di Android troviamo in testa alla classifica il Galaxy S5, l’S4 e il Note 3 di Samsung, modelli che in alcuni casi risalgono a quasi tre anni fa (il più recente S6 è in quarta posizione).

Nonostante ciò, Apple deve comunque migliorare la stabilità dei suoi update e fare i conti con uscite e aggiornamenti software più problematici e “bacati” rispetto al passato e i recenti bug di iOS 9.3 (quello dei link di Safari soprattutto) lo dimostrano chiaramente.