Google ha acquisito la startup Timeful, la cui app per iOS utilizza il machine learning per aiutare gli utenti a pianificare le loro giornate. Timeful si collega direttamente al calendario del proprio dispositivo mobile e l’utente inserisce nell’app appuntamenti, progetti, eventi e cose da fare.

Una persona per esempio può dire a Timeful che vorrebbe fare jogging quattro giorni a settimana, vorrebbe finire di imbiancare la camera da letto entro la fine del mese e deve consegnare una relazione entro fine settimana. A questo punto l’algoritmo di Timeful utilizza queste informazioni per creare un programma fatto su misura per i bisogni e le preferenze dell’utente. Più informazioni si immettono nell’app e più persone la utilizzano, più Timeful migliora la comprensione dei bisogni e delle abitudini degli utenti.

Non è ancora chiaro come Google punti a integrare questa tecnologia nei suoi prodotti. Sul suo sito web Timeful dichiara che le funzionalità della sua app saranno utilizzate nelle Google Apps, la suite di produttività della grande G che tra i vari strumenti comprende Gmail, Docs e Drive. Google però non ha fatto alcun cenno a una simile possibilità nell’annuncio dell’acquisizione, menzionando invece prodotti singoli come Calendar e Inbox, la nuova app di posta elettronica ora in versione preview che potrebbe rimpiazzare Gmail. Google non ha fatto per ora alcun cenno alle tempistiche per un’integrazione di Timeful nei suoi prodotti.

Per adesso gli utenti iOS possono ancora scaricare e utilizzare Timeful, sebbene i suoi sviluppatori si concentreranno da qui in poi sui nuovi progetti legati a questa acquisizione. Per gli utenti preoccupati che Google possa cessare il supporto all’app integrandola interamente nel suo macrocosmo di app, Timeful ha comunque messo a disposizione delle semplici istruzioni su come esportare i propri dati. Google inoltre non ha riportato alcun dettaglio sul costo dell’acquisizione, non specificando nemmeno se assorbirà o meno i 20 dipendenti di Timeful.