I prodotti Apple sono ancora al primo posto tra i dispositivi mobile più utilizzati dagli utenti aziendali, ma i diretti concorrenti stanno guadagnando sempre più spazio, soprattutto per quanto riguarda i tablet. Questo in sintesi il risultato dell’ultimo rapporto di Good Technology, che ha analizzato il numero di attivazioni di dispositivi mobile tra tutti i suoi clienti business sparsi in più di 6.200 aziende.

Nel primo trimestre del 2015 il 72% di tutti gli smartphone attivati sono stati iPhone, con un calo del 1% rispetto allo stesso periodo del 2014. Le attivazioni Android hanno invece raggiunto il 26%, aumentando di un punto percentuale la quota occupata nello stesso trimestre dello scorso anno. Gli smartphone Windows Phone occupano invece solo l’1% tra tutte le attivazioni, la stessa percentuale del 2014.

Passando però al settore tablet, Apple ha perso parecchio terreno su base annua. Nel primo trimestre di quest’anno infatti gli iPad sono scesi dal 92% delle attivazioni del 2014 al 81%, mentre i modelli Android e Windows rappresentano rispettivamente il 15% e il 4% delle attivazioni. Secondo il rapporto, ad aver fatto segnare l’incremento maggiore, sono stati i tablet Surface di Microsoft, ma anche i modelli Windows proposti da altri produttori si sono comportati bene.

Il rapporto ha fatto notare come 28 dei 30 smartphone più venduti siano di Apple o Samsung

L’iPhone 6 è risultato lo smartphone più popolare tra gli utenti business, toccando il 26% di tutte le attivazioni di smartphone nel primo trimestre del 2015, mentre sul versante Android il modello più utilizzato è stato il Galaxy S5 di Samsung. Il rapporto ha inoltre fatto notare come 28 dei 30 smartphone più venduti siano di Apple o Samsung.

I settori dove si è segnalato il maggior numero di attivazioni di smartphone iOS sono stati quelli dell’educazione (83%), del settore pubblico (80%) e dei servizi finanziari (76%). Le attivazioni Android sono invece andate forte nel settore tecnologico (47%) ed energetico (44%). Dove invece si è assistito a un buon comportamento dei device Windows è nei comparti retail (5%), intrattenimento (7%) e media (7%). In questi due ultimi casi si tratta di un record, visto che in precedenza i dispositivi Windows non erano mai andati oltre il 5% in nessun settore.

Il rapporto di Good Technology ha analizzato anche il tipo di app utilizzate in ambito aziendale. Al primo posto per il secondo trimestre consecutivo spiccano i browser web con il 21%, mentre subito dopo si posizionano le app di messaggistica istantanea. Le app personalizzate si mantengono stabili al terzo posto, seguite dalle app per l’editing di documenti e da quelle per l’accesso ai documenti.