Da quando Apple ha proposto un radicale cambiamento del suo sistema operativo mobile con iOS 7, molti utenti di iPhone e iPad hanno potuto contare su sempre nuove funzionalità a scapito però della stabilità. Con iOS 9 atteso in versione beta pubblica da luglio e in quella definitiva a settembre-ottobre, Apple vuole proporre una versione con diversi miglioramenti a livello di interfaccia, prestazioni e stabilità un po’ come sul modello di OS X 10.11 El Capitan, senza però rinunciare a una discreta dose di nuove funzioni. Abbiamo così voluto raccogliere alcune delle feature più interessanti che gli utenti iOS potranno utilizzare tra pochi mesi.

Ricerca più veloce

Anche iOS 9, così come El Capitan, sta crescendo e lo sta facendo anche per quanto riguarda la mole di informazioni che deve proporre all’utente grazie alla funzione Ricerca. Una delle funzioni più interessanti legate a questo aspetto si trova nella parte sinistra della Home Screen. Quando infatti fate uno swipe verso destra, vedrete una lista di informazioni che iOS 9 ritiene importanti per voi, come ad esempio i contatti e le app più recenti, i consigli per trovare luoghi utili nelle vicinanze e alcune delle notizie più importanti delle ultime ore. In questa sua nuova incarnazione la schermata di Ricerca diventa quindi molto utile in diversi ambiti ed è destinata a velocizzare enormemente molte delle vostre azioni più frequenti.

I cosiddetti risultati proattivi sono un tema ricorrente di iOS 9, che attraverso Siri e Ricerca prova ad anticipare i vostri bisogni e a offrirvi un aiuto in molte circostanze. Ogni invito e contatto ricevuto in Mail viene automaticamente aggiunto a Calendario e Contatti e, se collegate un paio di auricolari o connettete uno speaker Bluetooth al vostro device iOS, vedrete l’ultimo contenuto multimediale riprodotto direttamente nella Lockscreen, senza quindi dover lanciare le App Musica o Podcast.

Altri esempi? Quando salite in macchina, l’applicazione Mappe cerca di indovinare la vostra destinazione basandosi sulle vostre abitudini alla guida, offrendo in più una stima sull’orario di arrivo basata sulle condizioni del traffico. Se poi ricevete una telefonata da un numero non presente nei vostri contatti, iOS 9 cercherà di trovare questo numero tra quelli ricevuti in vecchie email.

IOS 9 sarà anche in grado di capire quali app e componenti software saranno necessari per il vostro device

Il luogo esatto

Quando chiedete a Siri di guidarvi fino al lavoro, iOS 9 vi avvertirà a che ora partire da casa e, in caso, saprà anche suggerire alternative se lungo il tragitto sono segnalati incidenti o blocchi stradali. L’app Mappe è stata migliorata e potenziata in questo senso, diventando appunto più “proattiva”, ma a cambiare nella nuova versione sarà anche l’interfaccia, che conterrà anche la sezione Trasporto per l’utilizzo del trasporto pubblico.

Anche se inizialmente saranno poche le città in cui questo servizio potrà essere utilizzato, in quelle supportate come New York, San Francisco, Londra, Berlino e circa 300 città cinesi si potranno avere istruzioni molto dettagliate sul punto esatto delle fermate dei bus e degli ingressi per le stazioni della metropolitana.

Questioni di spazio

Quando Apple rilasciò lo scorso anno iOS 8, molti utenti sperimentarono parecchie difficoltà in fase di installazione perché non avevano abbastanza spazio in memoria per il download e l’installazione dell’aggiornamento. Con iOS 9 questo problema non dovrebbe più verificarsi visto che lo spazio richiesto per l’installazione sarà di gran lunga inferiore (1.8 GB contro i quasi 5 Gb richiesti da iOS 8).

IOS 9 sarà anche in grado di capire quali app e componenti software saranno necessari per il vostro device. Ciò significa che tutto quello spazio utilizzato per funzioni e librerie che non utilizzate mai tornerà libero. Inoltre Apple ha finalmente implementato un metodo di cancellazione automatica delle app. Questa tecnologia manterrà in memoria i vostri dati intatti ma rimuoverà le applicazioni più esose in termini di MB per rendere disponibile temporaneamente lo spazio necessario all’aggiornamento di sistema. Una volta che l’update è stato installato, le app rimosse vengono riscaricate automaticamente.

gli utenti iPad riceveranno tre nuove funzionalità di multitasking: Split View, Picture in Picture e Slide Over

Più velocità e batteria più virtuosa

Come in El Capitan, che alcuni utenti della beta hanno definito come più veloce e reattivo rispetto a Yosemite a parità di hardware, anche iOS 9 punterà sul miglioramento delle prestazioni. Le applicazioni di Apple preinstallate possono già avvantaggiarsi di Metal, una tecnologia che sfrutta meglio la CPU e la GPU per lanciare le app più velocemente, migliorarne lo scrolling e velocizzarne le animazioni. Le app di terze parti dovranno essere riscritte da capo per avvantaggiarsi delle nuove API di Metal, ma da qui all’uscita di iOS 9 in versione definitiva aspettiamoci già un buon numero di applicazioni non Apple compatibili con questa tecnologia.

Passando invece all’autonomia, ci sono novità per migliorare la durata della batteria. Parliamo soprattutto dei sensori che determinano se il display dell’iPhone o dell’iPad deve rimanere spento quando si ricevono notifiche o messaggi, nel caso ad esempio che il telefono sia in tasca. Non dimentichiamo poi la nuova modalità di risparmio energetico, che come già visto in molti altri device si attiva quando la batteria scende al di sotto di una certa percentuale.

Da segnalare poi che gli utenti iPad riceveranno tre nuove funzionalità di multitasking. Split View, Picture in Picture e Slide Over permetteranno in vari modi di visualizzare e utilizzare contemporaneamente più di un’applicazione dividendo il display in due parti, come già si può fare con diversi tablet Android.

Un’ultima cosa

Come abbiamo già scritto, quest’anno iOS 9 sarà disponibile anche in una beta pubblica a partire dal mese prossimo. Se volete testare il nuovo OS molbile di Apple, potete iscrivervi qui e scaricare l’aggiornamento non appena sarà disponibile. Tenete però a mente che si tratterà di una versione non definitiva e quindi l’utilizzo giornaliero del vostro iPhone o iPad potrebbe risentire di una certe instabilità o presentare funzioni e app non funzionanti al 100%.