Snellimento

Si è detto che Apple stia progettando il nuovo OS X all’insegna della stabilità e delle prestazioni invece che aggiungere nuove funzionalità o fare modifiche all’interfaccia, e pare che l’azienda abbia intenzioni analoghe anche per iOS 9, che dovrebbe preparare la strada per fare in modo che il prossimo iPhone 7 raggiunga prestazioni simili a quelle di un desktop a 64 bit.

Due versioni

9to5Mac ritiene che Apple possa distribuire due diverse versioni di iOS 9, di cui una più snella per i dispositivi più vecchi, in modo da permettere a tutti gli utenti di aggiornare sistema operativo senza dover cambiare dispositivo.

Multi utenza

Finalmente dovrebbe essere possibile condividere un iPad tra più persone mantenendo però ciascuno il proprio ambiente di lavoro separato. Una manna per chi ha figli piccoli e teme che possano cancellare app o dati usati per lavoro. (Perché, lo sappiamo tutti, è impossibile tenere un bimbo piccolo lontano da un iPad). Questa funzione potrebbe non essere però disponibile su tutti i dispositivi.

Schermo diviso

A volte lavorare su un iPad è complicato, perché è necessario passare continuamente da un’app all’altra. Abbiamo sentito che Apple ha l’intenzione di supportare una modalità split screen (che in effetti era attesa già per l’anno scorso).

Mappe

Apple ha investito molto in partnership e acquisizioni di tecnologia per migliorare Mappe. Ci aspettiamo che le informazioni sui trasporti pubblici, almeno di alcune città americane, facciano la loro comparsa su iOS 9. Potrebbero addidittura esserci mappe delle stazioni di alcune metropolitane, in qualche caso.

San Francisco

Si ritiene che Apple sostituirà l’attuale font di sistema Helvetica Neue con il San Francisco, che ha fatto la sua comparsa su Apple Watch. E forse potrebbe non essere l’unica caratteristica nata su Apple Watch che trasmigra su iOS.

Protezione

Apple vuole impedire l’accesso a file di sistema sui dispositivi iOS, in parte come misura di protezione contro il malware, e in parte per limitare il jailbreaking. Potrebbero arrivare anche ulteriori miglioramenti alla sicurezza complessiva.

wwdc-2015-everything-we-think-we-know-about-ios-9-100587253-primary.idgeForce Touch

Force Touch è ormai disponibile su tutti i dispositivi Apple. Potrebbe rimanere fuori da iOS? Forse sarà anche possibile “risvegliare” un iPhone con un certo tipo di tocco sullo schermo.

Messaggi

iMessage offrirà un controllo più granulare sulle ricevute di lettura, (basato sui contatti invece che come impostazione complessiva).

Collaborazione

Un recente brevetto Apple potrerebbe permettere l’aggiunta di informazioni di presenza direttamente nel sistema operativo, per indicare la disponibilità dell’utente a conversazioni e collaborazione. Questo potrebbe essere molto utile per gli utenti enterprise.

Shift

Apple dovrebbe introdurre miglioramenti alla tastiera, inclusi dei cambiamenti al tasto Shift, per permetterne un utilizzo più naturale. Chi come noi lavora molto con la tastiera, anche per editare testi, continua a sperare nell’introduzione di tasti cursore, di tabulazione e nella possibilità di selezionare parole o frasi con combinazioni di tasti.

Siri

Sarà più accurate, parlerà più lingue, supporterà più query ed avrà un nuovo design che imiterà l’aspetto di Apple Watch.

Beats

Si tratterà forse di un servizio di streaming musicale on demand con la possibilità di acquistare direttamente i brani e che permetterà di scoprire nuovi artisti in base alle proprie playlist, per iOS e OS X.

Home

Sappiamo che la soluzione HomeKit promette un ampio supporto per i differenti standard usati in ambito IoT. Visto che questi prodotti sono in via di uscita sul mercato, Apple presenterà Home, un’app per gestirli tutti quanti. Questo potrebbe richiedere un hub di un qualche tipo (Apple TV o AirPort Express?).

Dimensioni

Apple si assicurerà che chiunque possa installare iOS 9 senza i grandi problemi che hanno afflitto gli utenti durante il rilascio dell’anno scorso.

Beta

La beta di iOS 9 dovrebbe essere disponibile durante l’estate.

One more thing…

Migliaia di Apple Watch sono già in circolazione, ma tutti richiedono un collegamento con iPhone per funzionare. Alcuni potrebbero ricordare che nel 2014 Apple ha promesso che “A partire dal prossimo anno, gli sviluppatori potranno creare app totalmente native per Apple Watch”. La data potrebbe anche slittare, ma è sensato aspettarsi qualche annuncio in questo senso durante la WWDC che si apre lunedì 8 giugno.