trimestrale apple

Un nuovo report di Sensor Tower conferma che l’Apple App Store è un ottimo investimento per gli sviluppatori di app. I dati mostrano che, nel 2016, almeno 66 sviluppatori iOS sono riusciti a realizzare il loro primo milione di dollari grazie ai ricavi dalle app. E questo considerando solo l’App Store americano. Infatti, nonostante la sua quota di mercato sia relativamente più piccola rispetto ad Android, lo store di Apple ha creato quasi il doppio di milionari nel 2016. I dati fanno riferimento esclusivamente alle entrate provenienti dalle app, senza considerare introiti pubblicitari.

Complessivamente, 66 sviluppatori hanno raggiunto o superato questa cifra nello store di Apple nel 2016”, ha dichiarato Sensor Tower. “E’ un risultato 1,7 volte superiore rispetto ai 39 sviluppatori che hanno raggiunto lo stesso successo sulla piattaforma di Google”.

Non solo, ma il numero di sviluppatori che ha raggiunto il traguardo di un milione di dollari è stato quasi il doppio rispetto al 2015, quando 34 sviluppatori hanno raggiunto l’obiettivo. Anche la piattaforma Android ha visto una certa crescita, passando da 14 a 39, suggerendo che lo store di Google si sta lentamente avviando verso la redditività.

Questo non è un gioco

Un aspetto interessante che emerge dai dati è la varietà di categorie che hanno successo tra le app iOS.

Va detto subito che gli sviluppatori di videogiochi rappresentano la principale categoria di “milionari” su entrambe le piattaforme, ma sull’Apple App Store hanno raggiunto il milione di dollari anche gli sviluppatori di app di utilità, foto e video, social networking e lifestyle.

Ciò significa che le piattaforme Apple stanno diventando capaci di sostenere una scelta molto più matura di soluzioni.

Cosa significa per le aziende?

E’ evidente che gli utenti iOS sono già pronti per soluzioni sofisticate. E questo ha almeno due conseguenze per le aziende che si stanno standardizzando sulle soluzioni mobili di Apple. Innanzitutto significa che sarà più facile inserire il personale nei sistemi aziendali, poiché i nuovi assunti hanno già familiarità con il loro utilizzo per compiti più complessi.

In secondo luogo suggerisce che gli investimenti nello sviluppo di applicazioni per la piattaforma iOS probabilmente daranno buoni frutti sul a lungo termine, dato il crescente interesse dei consumatori per applicazioni e servizi su quella piattaforma.

L’accettazione, la fedeltà e la familiarità con le tecnologie inerenti contribuiranno significativamente alla produttività dei dipendenti, semplificando il lavoro dei CIO che cercano di diffondere l’uso di processi di business digitali.

Marketing communication

I risultati di Sensor Tower rappresentano un segnale incoraggiante anche per le imprese che desiderano aprire una comunicazione multicanale con i propri clienti. Ci sono chiaramente alcune eccellenti opportunità di sponsorizzazione/marketing.

Uno dei primi esempi di sponsorizzazione attraverso un’app è stato iPint, sponsorizzato da Carling. Questa divertente applicazione permetteva agli utenti di iPhone di versare e bere “virtualmente” una pinta di birra. Un esempio più recente è Makeup Genius di L’Oreal, che illustra come le aziende possono creare applicazioni relativamente utili che si sposano bene con la loro brand identity.

Il fatto che i consumatori di iOS siano disposti a spendere milioni di dollari in un certo tipo di applicazioni significa che se i brand riescono a progettare soluzioni digitali realmente utili possono migliorare il riconoscimento e la fedeltà al brand.

A caccia di talenti

Il grande ostacolo da affrontare nella corsa verso il digitale rimane la disponibilità di risorse umane. I migliori sviluppatori sono già impegnatissimi e le principali aziende tecnologiche stanno reclutando tutti i talenti che riescono a raggiungere.

Apple sta tentando di creare nuove generazioni di sviluppatori con il suo nuovo Centro di Sviluppo App iOS a Napoli, dove assume le menti più brillanti.

L’azienda ha inoltre recentemente introdotto un corso completo di livello universitario, l’App Development with Swift.

Forse ancora più noto è il fatto Sir Jony Ive è diventato direttore di una delle più famose accademie di arte e design del mondo, il Royal College of Arts (RCA). Ive aiuterà l’RCA ad ampliare le sue conoscenze in informatica, scienza dei materiali, impatto dell’economia digitale, advanced manufacturing e mobilità intelligente.

Stabilità a lungo termine

Queste iniziative favoriscono la crescita della prossima generazione di sviluppatori, ma anche gli utenti aziendali. Gli investimenti di Apple nella formazione garantiscono infatti che il suo ecosistema abbia le risorse necessarie per almeno i prossimi 10 anni.

La sponsorizzazione di costosi programmi educativi dimostra un impegno tangibile per creare i talenti di domani. Questo in sé è un forte segnale che la visione di Apple per il futuro si estende oltre l’introduzione del prossimo iPhone. Ed è una garanzia per gli utenti aziendali che stanno pensando al grande investimento nell’ecosistema Apple.

 

AUTOREJonny Evans
FONTEComputerworld
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.
WHITEPAPER GRATUITI
  • Computerworld Speciale Industria 4.0
    white paper
    Computerworld Italia – Speciale Industria 4.0
    Un PDF da scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet e avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulla trasformazione in atto nel settore manifatturiero, da più parti definita "quarta rivoluzione industriale".
  • white paper
    Computerworld Italia – Speciale GDPR
    Un PDF da sfogliare online o scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet, per avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti su come le aziende devono affrontare l'arrivo del GDPR.
  • white paper
    Computerworld Italia – Speciale Data Center
    Un PDF da sfogliare o scaricare su pc o tablet per avere sotto mano le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulle principali tendenze dei Data Center: integrazione con il Cloud, approccio software-defined, ottimizzazione delle prestazioni energetiche e molto altro