Secondo una notizia lanciata dal sito giapponese Macotakara.jp che cita una “fonte affidabile”, Apple rimuoverà dai prossimi iPhone il jack standard da 3,5 millimetri, obbligando gli utenti a usare cuffie dotate di connettore Lightning, rendendo inutilizzabili gli auricolari attualmente posseduti dagli utenti.

Se il costo dell’acquisto di nuove cuffie non bastasse, bisogna considerare il fatto che i nuovi modelli non potranno essere economici.

Da un lato, dovrebbero prevedere un convertitore digitale-analogico inserito nel connettore, e dall’altro i produttori dovrebbero aderire al programma di licenza e certificazione di Apple, cosa che farebbe lievitare i loro costi, che saranno riversati sugli utenti.

Sempre secondo le indiscrezioni, per continuare a usare le proprie cuffie – per le quali magari si è investita una discreta somma – dovrebbe essere possibile acquistare un adattatore con convertitore standard, ma il costo dell’adattatore potrebbe anche avvicinarsi ai 100 euro.

Perché Apple toglierebbe il jack standard per le cuffie

Secondo Macotakara, la giustificazione pratica di tale gesto sarebbe l’intenzione di ridurre di 1 millimetro lo spessore del prossimo iPhone 7, che manterrebbe invece forma e curvatura degli angoli di iPhone 6. Il problema è che non è possibile rendere più sottile il connettore delle cuffie, per cui Apple sta pensando di rimuoverlo del tutto.

Macrumors fa notare che già nel giugno 2014 Apple aveva modificato i termini di licenza del suo programma MFi (Made for iPhone/iPad) per includere anche una categoria delle cuffie che si collegano con… Connettore Lightning!

Se il rumor si dimostrasse vero, Apple potrebbe dover fronteggiare una controversia simile a quando eliminò dall’iPhone 5 il connettore a 30 poli che era stato lo standard fin dai primi tempi di iPod, provocando l’ira di produttori di accessori e consumatori. Tra essi possiamo sicuramente contemplare il commentatore synthfanatic che su MacInsider dice:

“Questa idea è terribile. Da appassionato di Audio continuerò a usare il mio iPhone 6S oppure mi prenderò un Android. Non mi interessa quando sottile sia il mio iPhone. Già il fatto che la fotocamera abbia una protuberanza sugli iPhone 6/6S mi irrita quotidianamente”

Dal punto di vista di Apple, la mossa ha anche senso. Può esercitare un controllo sul’ultima porta standard di iPhone per aumentare i suoi profitti, e avrebbe un altro potente sistema per trattenere gli utenti all’interno del suo ecosistema.

Del resto, già da tempo i jack per le cuffie di iPhone non sono davvero standard, perché hanno una rientranza che non permette ad alcuni modelli di cuffie di inserirsi fino in fondo.

Sarà comunque una grande scommessa.