Alcuni giorni fa Apple ha svelato iOS 12 nel corso del keynote di apertura della WWDC 2018, puntando soprattutto sull’incremento della velocità rispetto a iOS 11 e su diverse novità di stampo consumer. In questo approfondimento però vogliamo concentrarci sulle nuove feature che interesseranno di più il l’utenza enterprise e professionale.

Stabilità

La prima release di iOS 12 (disponibile ora in beta in vista della versione definitiva attesa a settembre) è stata sviluppata pensando soprattutto alla stabilità e alle prestazioni. Ciò significa che i dispositivi esistenti dovrebbero godere di un buon incremento delle prestazioni rispetto a una release non proprio esaltante come iOS 11. La buona notizia per i CIO attenti al budget che gestiscono le implementazioni digitali è che iOS 12 sarà disponibile su tutti i dispositivi supportati da iOS 11, a partire quindi da iPhone 5s e iPad Air. Questo ampio supporto (per nulla scontato tra l’altro) significa che gli utenti aziendali possono sperare di massimizzare il ciclo di vita utile dei dispositivi già in fase di distribuzione.

Realtà aumentata (AR) per l’azienda

ARKit 2 non servirà solo per giocare o divertirsi con la realtà aumentata. Apple ha infatti ampliato la propria visione AR per introdurre il supporto multi-persona e la capacità di inviare oggetti AR all’interno di Messaggi e Mail. Una nuova app AR chiamata Measure apre anche interessanti opportunità per gli sviluppatori aziendali. Il rilevamento dei volti migliorato, il rilevamento di oggetti 3D e un rendering ancora migliore renderanno la realtà aumentata sui device iOS più avvincente di prima. I rivenditori possono creare schede di prodotto condivisibili e (cosa già fatta da un colosso come IKEA) i venditori di articoli possono sfruttare versioni accuratamente “aumentate” dei loro prodotti, in modo che i possibili acquirenti li vedano nel loro ambiente domestico con il minimo sforzo.

La decisione di Apple (supportata da Adobe) di lavorare con Pixar per sviluppare un nuovo formato AR chiamato USDZ consentirà inoltre alle aziende di realizzare nuove soluzioni con realtà aumentata integrata. Ciò avrà una notevole importanza anche al di fuori del semplice retail: guide di istruzione e formazione, test e revisioni delle procedure operative, guide sul campo e persino situazioni di emergenza trarranno beneficio da questi miglioramenti.

Notifiche raggruppate

Le nuove notifiche raggruppate di iOS 12 permetteranno di tenere meglio traccia dei messaggi in arrivo, delle attività e dei promemoria specifici per alcune app. Questo supporto consentirà anche di assegnare livelli di urgenza alle notifiche sotto forma di ciò che Apple chiama Critical Alerts. Un’altra novità legata alla comunicazione che gli utenti enterprise apprezzeranno è chiamata Downtime, feature che in pratica, se abilitata, permette al dispositivo iOS solo di effettuare e ricevere chiamate telefoniche e di utilizzare determinate applicazioni definite dall’utente. In pratica attiverete Downtime quando vorrete concentrarvi sul lavoro e avere meno distrazioni possibili.

Il nuovo strumento di benessere digitale di Apple (Screentime) consentirà poi di identificare le app che assorbono maggiormente il nostro tempo e di prendere il controllo di tale utilizzo. Apple vuole che i suoi dispositivi creino dipendenza in modo “salutare”, anche se dietro a questa nuova funzione si nasconde un rischio. Con Screentime infatti le aziende cercheranno di raccogliere tali dati per tenere traccia dei tempi dei dipendenti?

ios 12

Group FaceTime

Con un massimo di 32 partecipanti attivi, Group FaceTime è un’ottima dimostrazione di quanto si possa ottenere su una piattaforma di elaborazione coesa. Sebbene abbia limitato questa feature a dispositivi iOS e Mac, Apple ha capito come supportare 32 flussi video all’interno di un’app su una larghezza di banda incredibilmente bassa. Per ottenere questo risultato, Apple ha lavorato molto a livello di server dove tutte queste chat sono combinate in un unico feed e il sistema è abbastanza smart da identificare la persona che sta parlando e da portarne il volto in primo piano. Il fatto poi che FaceTime sia altamente sicuro per precise scelte di design significa che questo sarà un utile strumento di collaborazione per i professionisti aziendali che utilizzano dispositivi Apple.

Siri diventa molto più intelligente

La nuova funzione Siri Shortcuts dovrebbe aiutare gli utenti aziendali tanto quanto quelli consumer. La nuova capacità di Siri di automatizzare il lavoro e le routine personali e l’intelligenza artificiale che consente all’assistente virtuale di Apple di capire se siete in ritardo a un appuntamento e di fornire in caso alcuni suggerimenti sono novità apprezzabili, anche se conoscendo il passato di Siri non ci sentiamo ancora di dare per scontata l’efficacia di queste funzioni.

Apple inoltre è concentrata nell’assicurarsi che i suoi sistemi siano le migliori soluzioni da utilizzare quando si costruiscono nuovi modelli di intelligenza artificiale. Core ML 2 e CreateML aiutano entrambi a potenziare lo sviluppo agile dell’IA e a promuovere i futuri talenti del coding, un’altra grande ragione per cui le aziende utilizzano Swift. Insomma, aspettiamoci un Siri molto più intelligente di prima.

Miglioramenti alla privacy e alla sicurezza

La decisione di Apple di bloccare il codice di tracciamento nei thread o tramite i pulsanti “mi piace” dei social significa che gli hacker non saranno in grado di abusare di questi strumenti per identificare, monitorare o hackerare obiettivi aziendali di alto valore. Questo è un grande passo in avanti verso una sicurezza più efficace in un periodo in cui i criminali usano sempre più spesso una serie di strumenti diversi per penetrare nei sistemi aziendali.

In iOS 12 inoltre, quando ricevete un passcode tramite SMS per l’autenticazione a due fattori, il sistema tratterà automaticamente il codice come suggerimento per la compilazione automatica. Ciò renderà il vostro dispositivo iOS abbastanza intelligente da automatizzare un altro compito e si spera che questa novità possa aumentare l’uso dell’autenticazione a due fattori sulle piattaforme Apple.

Portabilità delle app

Voice Memos, Stocks, News e Home hanno fatto la loro prima apparizione sul Mac alla WWDC 2018. Apple ha avuto difficoltà a dire (di nuovo) che non ha intenzione di combinare macOS e iOS, pur rivelando l’intenzione (a partire dal prossimo anno) di consentire agli sviluppatori di app di creare versioni per macOS di app iOS con il minimo sforzo. Con le aziende che si stanno muovendo per adottare i Mac dopo aver apprezzato l’esperienza vissuta con i dispositivi iOS, questa notizia può (o meglio, deve) trasformarsi in un’opportunità per lo sviluppo di applicazioni aziendali su misura per Mac, anche perché immaginiamo che le app iOS aziendali saranno le principali candidate per sbarcare su Mac.

Apple Business Manager

Alla WWDC 2018 Apple ha annunciato anche Apple Business Manager. Disponibile ora negli Stati Uniti, la suite MDM di Apple sarà disponibile in 65 Paesi (e quindi anche in Italia) entro la fine dell’estate. È un portale basato sul web che gli amministratori IT possono utilizzare per gestire persone, applicazioni e dispositivi ed è progettato per semplificarne l’installazione. Un altro miglioramento introdotto alla WWDC 2018 ha riguardato infine nuovi controlli Quality of Service progettati per dare la priorità al traffico di rete per attività business-critical.