Huawei: tutto quello che dovete sapere su Harmony OS

Huawei ha annunciato il proprio sistema operativo proprietario chiamato Harmony OS durante l'ultima conferenza degli sviluppatori a Dongguan. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

harmony os

Huawei ha da poco annunciato il proprio sistema operativo proprietario chiamato Harmony OS nel corso dell’ultima conferenza a Dongguan dedicata agli sviluppatori. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo nuovo e importante passo compiuto dal gigante tecnologico cinese.

Che cos’è il sistema operativo Harmony OS?

Sebbene la possibilità che Huawei abbia perso seriamente il suo accesso all’ecosistema Android sia diventata solo recentemente un problema importante, il colosso cinese si sta preparando da diversi anni allo sviluppo del proprio sistema operativo. Harmony OS non è solo la risposta a ciò che Huawei farà se non potrà più accedere all’ecosistema mobile di Google, ma è anche un progetto destinato ad andare oltre la categoria degli smartphone.

In qualche modo simile al tanto chiacchierato Fuchsia di Google, HarmonyOS è un sistema operativo distribuito basato su microkernel e progettato per offrire un’esperienza fluida non solo su smartphone ma anche su smartwatch, TV, sistemi di bordo e smart speaker.

Secondo Richard Yu, CEO di Huawei Consumer, “stiamo entrando in un’epoca in cui le persone si aspettano un’esperienza olistica intelligente su tutti i dispositivi e in tutti gli scenari. A supporto di ciò, abbiamo ritenuto importante avere un sistema operativo con funzionalità multipiattaforma migliorate che supportasse tutti gli scenari, che possa essere utilizzato su una vasta gamma di dispositivi e piattaforme e in grado di soddisfare la domanda dei consumatori a livello di bassa latenza e sicurezza elevata”.

Quanto sarà sicuro Harmony OS?

Huawei ha dichiarato pubblicamente che Harmony OS sarà sicuro e affidabile. “Il design del microkernel di Harmony OS utilizza metodi di verifica formale per rimodellare la sicurezza e l’affidabilità da zero in un Trusted Execution Environment (TEE). Harmony OS è il primo sistema operativo a utilizzare la verifica formale nel dispositivo TEE, migliorando significativamente la sicurezza. Inoltre, poiché il microkernel di Harmony OS ha molto meno codice, la probabilità di attacco è notevolmente ridotta.”

Certo, è difficile parlare realisticamente della sicurezza di un sistema operativo che non è ancora ampiamente disponibile. Se Huawei sarà in grado o meno di mantenere le promesse, è qualcosa che alla fine determineranno solo il tempo e il continuo supporto a livello di aggiornamenti.

Come sarà Harmony OS?

Questo aspetto non è ancora del tutto noto. Huawei infatti non ha ancora rilasciato alcun tipo di screenshot ufficiale che ci dia un’idea di come sarà l’interfaccia utente offerta da Harmony OS. Ci aspettiamo comunque qualcosa di sostanzialmente simile all’attuale skin Android EMUI.

Chi sta sviluppando app per Harmony OS?

Sono i primi giorni per HarmonyOS, quindi non è del tutto chiaro quanto sarà ampiamente adottata questa nuova piattaforma tra gli sviluppatori di software. Tuttavia, per rendere le cose un po’ più semplici, uno dei vantaggi offerti da Huawei per il suo sistema operativo è la possibilità di creare app in modo più efficiente in esecuzione su più dispositivi grazie a un IDE multi-dispositivo.

Huawei afferma inoltre che “per incoraggiare un’adozione più ampia” cercherà di rilasciare Harmony OS come piattaforma open source e di far crescere il tipo di comunità open source che consenta di supportare una collaborazione più approfondita con gli sviluppatori.

Mate 30 funzionerà su Harmony OS?

Quasi certamente no. Huawei ha affermato di voler rimanere con Android per tutto il tempo che potrà. Quindi, a meno che non ci sia un radicale deterioramento dell’accordo che Huawei e il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti sembrano aver raggiunto recentemente, Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro verranno portati sul mercato con Android Q e interfaccia EMUI.

Durante una riunione privata alla conferenza degli sviluppatori di Huawei di quest’anno, Yu ha riferito che “se non possiamo usare Android, Harmony OS può essere pronto entro uno o due giorni”. Fondamentalmente, Harmony OS è il piano B di Huawei, sebbene non sia ancora chiaro se la società abbia un progetto per migrare gli smartphone meno recenti da Android a Harmony OS o concentrarsi solo sui prodotti futuri.

Quando arriverà Harmony OS?

Huawei afferma che HarmonyOS 1.0 sarà disponibile entro la fine dell’anno sullo Smart TV Honor Vision (foto sopra) annunciato sempre in questi giorni. Al momento non è chiaro però se questo prodotto valicherà i confini della Cina. Huawei ha comunque precisato che nei prossimi tre anni Harmony OS sarà ottimizzato e gradualmente adottato su una gamma più ampia di dispositivi come wearable e automobili.