Il Samsung Galaxy Fold è qui: innovativo, ingombrante e costoso

Samsung ha presentato il Galaxy Fold, il suo primo smartphone pieghevole. Sarà in vendita dal 26 aprile a 1.980 dollari

samsung galaxy-fold-multitask
Samsung Galaxy Fold

L’attesa è finita, il Samsung Galaxy Fold è arrivato. Samsung ha presentato il suo primo smartphone pieghevole, che sarà in vendita negli USA dal 26 aprile al modico prezzo di 1.980 dollari. Ma la tecnologia all’avanguardia non è mai economica e il Galaxy Fold è decisamente all’avanguardia. Costruito attorno a un display Infinity Flex di dimensioni tablet, il telefono è simile al prototipo che abbiamo visto alla conferenza degli sviluppatori lo scorso anno, con un telaio spesso, grandi cornici e un notch decisamente ingombrante. In breve, il Galaxy Fold è esattamente ciò che ci si aspetta da ogni tecnologia di prima generazione: costoso, scomodo e goffo.

Tuttavia il Galaxy Fold ha raggiunto il suo obiettivo principale: stimolare l’appetito per il futuro.

Performance e multi-tasking

All’esterno, il Galaxy Fold ha uno schermo da 4,6 pollici, mentre un massiccio QXGA + da 7,3 pollici attende all’interno. Samsung non ha rivelato tutte le specifiche, ma sappiamo abbastanza per dire che si tratta di un dispositivo potente. Ecco le sue caratteristiche:

  • display esterno: 4,6 pollici HD+ AMOLED, 21:9
  • display interno: 7,3 pollici QXGA+ AMOLED, 4.2:3
  • processore: Snapdragon 855
  • RAM: 12GB
  • storage: 512GB
  • fotocamera anteriore: 10MP, f/2.2
  • fotocamera posteriore: 16MP ultra wide, f/2.2 + 12MP grandangolo, f/1.5-f/2.5, OIS + 12MP teleobiettivo, f/2.4, OIS
  • fotocamera interna: 10MP, f/2.2 + 8MP profondità, F/1.9
  • batteria: 4.380mAh

Samsung ha anche costruito una “sofisticata cerniera con ingranaggi multipli di interblocco” in grado di resistere a centinaia di migliaia di aperture e chiusure. Ha altoparlanti sintonizzati da AKG e supporta lo storage flash universale 3.0 per trasferimenti superveloci di file. Lo smartphone è disponibile in tre colori e anche i colori della cerniera sono personalizzabili.

galaxy-fold-colori

La parte più interessante del Galaxy Fold è il suo funzionamento. Samsung ha lavorato a stretto contatto con Google su una versione ottimizzata di Android che può sfruttare l’ampio display, in grado di eseguire tre app contemporaneamente, passare dal display piccolo a quello grande ed eseguire applicazioni a schermo intero insieme a quelle sullo schermo piccolo. Il processore e la RAM dovrebbero essere sufficienti per sostenere il carico di lavoro. Una volta che tutti gli inevitabili bug saranno risolti, il Galaxy Fold avrà sicuramente un impatto sul funzionamento dei nostri telefoni e tablet.

galaxy-fold-mappa

Il risultato è un vero sistema multi-tasking su un dispositivo con le dimensioni di un telefono, che consente di visualizzare comodamente tre app contemporaneamente e di spostare contenuti tra di esse. La continuità delle app consente di entrare e uscire dalle visualizzazioni. Per esempio, quando si guarda una mappa sullo schermo esterno, è possibile aprire il telefono e tale mappa si espanderà per riempire lo schermo interno. Quando il telefono è aperto, un unico dock laterale consente di aprire due finestre aggiuntive accanto a quella principale. È un multi-tasking mai visto su un dispositivo Android, e viene da chiedersi perché Samsung o Google non l’abbiano mai considerato per i tablet.

Guardando al futuro

Nelle demo il Galaxy Fold è davvero impressionante. Samsung ha considerato i come e i perché dei telefoni pieghevoli nello sviluppo del Galaxy Fold, e il risultato è un dispositivo interessante. Ma, personalmente, io non ne voglio uno: preferisco attendere il modello che uscirà nel 2021.

Samsung ha definito il Galaxy Fold un “dispositivo di lusso unico nel suo genere” e con un prezzo di quasi 2.000 dollari sicuramente lo è. Poche persone saranno in grado di permetterselo. E ancora meno saranno disposte a fare il grande passo su una tecnologia così nuova.

I compromessi che Samsung ha dovuto fare sono piuttosto evidenti. Una volta piegato, il telefono ha lo spessore di due Galaxy S10 sovrapposti. C’è un enorme notch sul lato destro del display interno dove alloggiano la fotocamera e altri sensori. Il display anteriore ha un rapporto sproporzionato e le app sembrano galleggiare a mezz’aria, con uno spazio morto tutto intorno.

Samsung è decisamente avanti con il fattore di forma, il multitasking e la flessibilità del Galaxy Fold. Tra cinque anni, quando Samsung presenterà il Galaxy Fold 3 con un prezzo di 1.299 dollari e il raffinato design visto nel suo spot “Future”, sarà il dispositivo che farà sparire tutti gli altri smartphone.

Ci vuole del tempo per arrivarci, ma il primo passo è stato fatto.