Acquisti da mobile: gli smartphone superano per la prima volta i tablet

Da gennaio a giugno 2016 gli smartphone hanno superato i tablet come device più utilizzati per effettuare acquisti da mobile.

Zanox ha rilasciato i risultati del suo abituale report Mobile Performance Barometer riferito ai primi sei mesi dell’anno. Per la prima volta in assoluto, tra gennaio e giugno 2016, le transazioni generate da mobile hanno toccato la soglia del 30% di tutte le transazioni del network e il numero di acquisti effettuati da smartphone ha superato quello da tablet (17% vs. 13%) con un +55% anno su anno.

Questi importanti cambiamenti dimostrano che i consumatori si sentono più a loro agio che mai nell’effettuare acquisti da mobile, il che può essere attribuito a una serie di diversi fattori tra i quali migliori connessioni internet, miglioramenti tecnologici e ottimizzazione della user experience su mobile effettuata dai retailer.

Tuttavia, il fatturato e il valore dell’ordine medio generato da smartphone è ancora inferiore rispetto ai tablet (63 euro vs. 96 euro nel 2016, 19 euro vs. 35 euro per l’Italia), segno che i consumatori continuano a trovare più comodo e facile effettuare gli acquisti più costosi su schermi di dimensioni maggiori.

zanox-infographic-mpb-06092016-en1

E’ interessante notare come in mercati che solo di recente hanno raggiunto una maturità in ambito mobile i consumatori saltino a piè pari dispositivi più grandi ed effettuino direttamente la maggior parte dei loro acquisti su smartphone. Questo è vero in particolare per il Brasile, dove Android ha monopolizzato facilmente il mercato grazie ad una linea di telefoni particolarmente conveniente, funzionale e resistente.

Nel settore Retail&Shopping l’Italia è al secondo posto all’interno del network monitorato Zanox, con una crescita del 103% rispetto allo stesso periodo del 2015, ma anche nel settore Financial Services vi è stata una significativa crescita, pari in questo caso al 58%. Da sottolineare come il network preso in esame da Zanox per le sue rilevazioni comprenda un database di oltre 4.300 advertiser, dati provenienti da 11 Paesi del mondo e una copertura completa di settori quali Retail&Shopping, Travel, Telco&Services e Financial Services.