Smartphone nel 2019: per IDC il 5G sarà la vera killer feature

5G, realtà virtuale e aumentata, smartphone pieghevoli. Secondo IDC il 2019 sarà soprattutto il primo aspetto a segnare il mercato mobile, nonostante anche in questo settore non manchino i problemi.

5g

Secondo IDC il 5G sarà il più grande punto di svolta quest’anno per il mercato hardware mobile, ma non per Apple. Sebbene ritenga che il 5G sia la prossima killer feature che influenzerà più di tutte il settore degli smartphone, il vicepresidente dei dispositivi client di IDC Bryan Ma ritiene che la sua adozione sarà messa in discussione dalla disponibilità di chip 5G.

In particolare, l’attuale controversia legale tra Apple e Qualcomm sull’iPhone e i brevetti per la connettività cellulare metterà soprattutto su Intel il peso della produzione dei chip 5G, che però non dovrebbero essere pronti prima del 2020.

“Ci saranno sicuramente degli early adopter che salteranno sul carrozzone del 5G e lo promuoveranno; quindi dovremmo vedere un po’ di interesse da parte del consumatore finale”, afferma Ma. “Prevediamo che i vendor di Android saranno più veloci ad arrivare sul mercato rispetto ad Apple. Ma ci sono dei problemi: il costo è uno. Inoltre, l’infrastruttura di rete deve ancora essere costruita e infine non credo che il 5G sarà quella tecnologia che spingerà gli utenti ad aggiornare i loro smartphone”. Anche il mercato dei laptop potrebbe essere influenzato dal lancio del 5G. Tuttavia, secondo Ma, anche qui non mancano i problemi.

“Qualcomm ha assistito Hewlett Packard, Lenovo e Samsung per il 5G. Molti di questi player sono già in gioco, ma al momento quello del 4G sui laptop è un piccolo mercato e il grosso problema con i PC 5G non sono i chip o gli OEM, bensì le telco. I modem 3G prima e 4G poi sono stati inseriti sui PC come componenti opzionali, ma è una caratteristica che non è mai decollata veramente. Questo perché le compagnie telefoniche non hanno reso facile ottenere un altro abbonamento e le persone non vogliono pagarne un altro, soprattutto considerando quanti dati si consumano abitualmente su un PC. Ma sono sicuro che le telco arriveranno a un punto in cui sarà possibile acquistare pacchetti di dati appositi per una fruizione da laptop.”

samsung galaxy-fold-multitask
Samsung Galaxy Fold

Il 2019 sarà fondamentale per gli smartphone pieghevoli

Con un discreto numero di produttori di smartphone (Huawei su tutti, oltre naturalmente a Samsung) che hanno rivelato e riveleranno nuovi modelli pieghevoli durante il Mobile World Congress 2019 di Barcellona, Ma ritiene che tali dispositivi rappresenteranno una tendenza dominante quest’anno. Tuttavia, rimane scettico riguardo ai loro effetti sul mercato consumer.

“Francamente penso che ci sarà fin troppo hype attorno agli smartphone pieghevoli. La tecnologia per questi display “foldable” è in circolazione da anni, ma c’è sempre stata una sfida in termini di costi, affidabilità e rendimento. Il 2019 sarà l’anno critico per gli smartphone pieghevoli, ma non mi aspetto che guadagneranno una grande parte del mercato”. I potenziali limiti che potrebbero influire su questi dispositivi includono le applicazioni software, la durata della batteria e persino il metodo di piegatura.

AR e VR devono ancora decollare

Nonostante il clamore, il mercato della realtà aumentata (AR) e della realtà virtuale (VR) deve ancora decollare, con molti fornitori come Osterhout Design Group che addirittura sono usciti da questo settore. “Le potenzialità sono davvero tante tra istruzione, assistenza sanitaria e addestramento militare; il problema è che sono solo dei piccoli casi d’uso”, spiega Ma. “Non si parla infatti di implementazioni su larga scala, ma solo di piccole funzionalità all’interno di un’azienda. C’è sicuramente valore dietro a queste promesse e le aziende stanno cambiando, ma ora come ora AR e VR non sono uscite dal loro eterno stato di piccole nicchie”.

Ma inoltre non pensa che l’industria sia decollata nel modo in cui si sperava. I principali consumatori erano i giocatori, ma non ci sono stati (e nemmeno ci sono ora) molti titoli che hanno fatto breccia nel grande pubblico. “I vantaggi della tecnologia AR, soprattutto per quanto riguarda la componente “mani libere” hanno potenziale per diversi settori industriali, ma la durata della batteria dei visori e le applicazioni rimangono aspetti ancora deboli”, conclude Ma.