Intel annuncia nuovi prodotti per l’infrastruttura di rete 5G

Intel ha annunciato nuove soluzioni hardware e software in chiave 5G tra cui il nuovo SoC Intel Atom P5900 e i processori scalabili Intel Xeon di seconda generazione.

5g

Per assicurarsi il pieno potenziale del 5G, è indispensabile trasformare l’infrastruttura di rete, dal core all’edge e Intel ha annunciato ieri nuove soluzioni hardware e software proprio in chiave 5G tra cui il nuovo Intel Atom P5900, un System-on-a-Chip (SoC) a 10 nm per stazioni base wireless che costituisce un primo obiettivo di implementazione strategico per le reti 5G.

“Man mano che il settore effettua la transizione al 5G, continuiamo a rilevare che l’infrastruttura di rete rappresenta l’opportunità più significativa, con un valore stimato delle soluzioni in silicio pari a 25 miliardi di dollari entro il 2023”, ha affermato Navin Shenoy, Executive Vice President e General Manager del Data Platforms Group di Intel.

Mentre la promessa del 5G si sta trasformando progressivamente in realtà, i clienti chiedono i livelli superiori di prestazioni e flessibilità di cui hanno bisogno per fornire rapidamente servizi con minore latenza, laddove sono maggiormente necessari. In questo senso, Intel ha annunciato sei novità.

Intel Atom P5900

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication.     SCOPRI DI PIÙ >>

Con il lancio del SoC Atom P5900, Intel estende l’architettura Intel dal core all’edge ai punti di accesso fino alla più lontana periferia. Intel prevede di essere il principale fornitore di silicio per stazioni base entro il 2021, un anno prima del previsto. Trattandosi di un SoC a 10 nm altamente integrato, Intel Atom P5900 è stato progettato per soddisfare le esigenze critiche delle reti 5G, tra cui l’elevata larghezza di banda e la bassa latenza indispensabili per soddisfare i requisiti delle stazioni base 5G sia oggi che in futuro.

Processori scalabili Intel Xeon di seconda generazione

Quest’anno il 50% di implementazioni della core network si sta trasformando in reti virtualizzate, con un’aspettativa di crescita di oltre l’80% entro il 2024, alimentata dal 5G. I nuovi processori scalabili Intel Xeon di seconda generazione offrono una media del 36% di prestazioni in più e una media del 42% di prestazioni per dollaro in più rispetto alla generazione precedente di processori Intel Xeon Gold e un maggiore valore per i clienti per tutte le loro esigenze di cloud, rete e edge.

I processori scalabili Intel Xeon contribuiscono inoltre a proteggere l’integrità dei dati e della piattaforma con sicurezza ottimizzata tramite hardware e acceleratori di crittografia integrati. Intel ha anche introdotto 18 Select Solutions aggiornate che supportano questi nuovi processori per gestire i carichi di lavoro prioritari dei clienti.

ASIC strutturato Diamond Mesa

Diamond Mesa (nome in codice) è stato progettato per integrare il portafoglio di processori e FPGA Intel. Gli ASIC strutturati come Diamond Mesa forniscono un percorso di ottimizzazione a rischio minimo per i carichi di lavoro che non richiedono la piena programmabilità degli FPGA, mirando a raddoppiare l’efficienza prestazionale rispetto alla generazione precedente. Diamond Mesa è destinato ai clienti con accesso anticipato.

Scheda di rete Ethernet Intel serie 700

La serie Ethernet 700 (nome in codice Edgewater Channel) è la prima scheda di rete Intel ottimizzata per il 5G, offrendo sincronizzazione del servizio cross-network basata su GPS con Hardware-Enhanced Precision Time Protocol (PTP). I requisiti di latenza nelle implementazioni di rete 5G hanno messo in discussione la tecnologia Ethernet esistente, specialmente nei server edge.

Mantenere una sincronizzazione temporale accurata sulla rete a un prezzo conveniente è un modo per aiutare a gestire la latenza delle applicazioni. La scheda di rete Ethernet serie 700 aumenta la precisione temporale richiesta per le reti 5G tramite una combinazione di miglioramenti hardware e software. Edgewater Channel è già disponibile in fase di campionatura ed entrerà in produzione nel secondo trimestre del 2020.

Nuovi investimenti software

Intel ha inoltre ampliato i suoi strumenti software per l’edge computing per accelerare il tempo dall’ideazione alla commercializzazione dell’innovazione dei suoi clienti e partner, grazie a nuove funzionalità integrate nel toolkit Open Network Edge Services Software (OpenNESS). OpenNESS supporta ora implementazioni standalone 5GNR e Enhanced Platform Awareness (EPA), che offrono ai clienti la flessibilità per implementare facilmente microservizi edge cloud-nativi a loro scelta. Intel offre kit OpenNESS personalizzati per accelerare implementazioni 5G su misura. OpenNESS integra le esigenze di sviluppo di soluzioni edge computing di Intel OpenVINO e Open Visual Cloud.

Collaborazioni e partnership

Intel ha infine annunciato collaborazioni strategiche con leader del settore tra cui Altiostar, Cisco, Dell, Deutsche Telecom, HPE, Lenovo, QCT, Rakuten, VMware e ZTE per migliorare la capacità dell’infrastruttura di rete e accelerare l’immissione sul mercato di soluzioni edge.