Le 10 tecnologie digitali che stanno trasformando la formazione dei dipendenti

realtà virtuale

La tecnologia ha cambiato il mondo della formazione, e parlare di eLearning non è certo una novità. Se però pensate che le slide PowerPoint e un video del relatore visti a PC siano tutto quello che l’eLearning ha da offrire, vi state sbagliando di grosso.

Il settore si sta aggiornando molto rapidamente grazie a nuove tecnologie digitali, o concetti di utilizzo che sul digitale hanno visto la nascita e offrono il meglio di sé: dagli eBook al Social Learning, dalla realtà virtuale alla Gamification e molto altro.

Di questo e altri argomenti si parlerà durante l’evento Exploring eLearning, che si terrà a Milano presso le Officine del Volo l’1 e 2 dicembre prossimi, ma vogliamo offrirvi una carrellata delle 10 tecnologie digitali che stanno cambiando il modo di apprendere e fare formazione. Ognuna di esse sarà argomento di uno specifico posterLab, momento innovativo di formazione che si terrà durante l’evento.

Webinar

di David Jakes
di David Jakes
Webinar Cloud Ibrido Azure Stack HCI

Webinar 23/06: accendi il potere dell'ibrido

Scopri come con Fujitsu PRIMEFLEX per Microsoft Azure HCI puoi creare facilmente un cloud ibrido su infrastruttura iperconvergente, gestibile con gli strumenti di amministrazione di Windows REGISTRATI ORA >>

È probabilmente lo strumento che più ha cambiato la formazione, perché consente di mostrare una presentazione a distanza, con commento audio o video, ricevere domande dagli spettatori e sottoporre loro test e quiz.

La diffusione della banda larga, l’affermarsi di strumenti sempre più economici e semplici da implementare e utilizzare, anche in modalità “as a service” e la disponibilità di report sulla partecipazione stanno tenendo alto l’interesse verso i webinar.

posterLab: Formare con i Webinar

eBook

CC BY 2.0 di Melenita2012
CC BY 2.0 di Melenita2012

Addio dispense, slide e addio anche anche ai Pdf. Con l’utilizzo sempre più vasto di tablet, eBook reader e smartphone, il formato più pratico per distribuire materiali è l’eBook, indipendente dalla dimensione dello schermo e con la possibilità di inserire elementi interattivi.

L’uso dell’eBook consente l’utilizzo anche in tempi e luoghi in cui il PC non è utilizzabile, per esempio durante gli spostamenti con i mezzi pubblici. Diventa così possibile sfruttare tempi che altrimenti sarebbero inutilizzati.

posterlab: Dalla creazione dell’eBook alla gestione di collezioni digitali

Social Learning

CC BY 2.0 Hans Põldoja
CC BY 2.0 Hans Põldoja

Condivisione e collaborazione sono capaci di potenziare i percorsi di apprendimento online in azienda. Oltre all’eventuale social network aziendale interno, vengono sfruttati anche i social “generalisti” per dare spazio, voce e strumenti alle comunità di pratiche aziendali: gruppi di persone che condividono linguaggi e pratiche, che costruiscono nuove soluzioni e nuova conoscenza.

posterLab: Social Learning digitale

Gamification

CC BY 2.0 di Samuel Mann
CC BY 2.0 di Samuel Mann

Che si tratti di giochi elettronici o tradizionali, i meccanismi che regolano i livelli di difficoltà da superare,, obiettivi e ricompense che gratificano e il giocatore e lo tengono coinvolto e interessato sono ormai chiarissimi. Il bello è che funzionano anche per attività che sono diverse dal gioco vero e proprio, e la formazione non fa eccezione.

L’uso di meccanismi di gamification sta portando a ottimi risultati in campo formativo, dove l’utente è chiamato a partecipare in prima persona a una company competition, in cui ha obiettivi da raggiungere e ricompense da guadagnare.

posterLab: Gamification

Simulatori e realtà virtuale

CC BY 2.0 di Maurizio Pesce
CC BY 2.0 di Maurizio Pesce

Simulatori e strumenti per la realtà virtuale permettono di imparare contenuti complessi  e che richiedono l’integrazione di teoria e pratica. Visori come Oculus Rift di Facebook, Samsung GearVR o il semplice Google Cardboard, che consente di montare uno smartphone su occhiali di cartone per creare un dispositivo per realtà virtuale a costi prossimi allo zero prendono sempre più piede, e aspettano solo contenuti innovativi per decollare.

posterLab: apprendere con i simulatori

Open Badges

openbadges

Open Badges è un progetto di Mozilla che consente di assegnare “medaglie digitali” che certificano la formazione di una persona su un certo argomento. Essendo uno standard aperto e interoperabile, è possibile raccogliere queste certificazioni in ambiti diversi e mostrarle su blog, siti web e i propri profili social.

posterLab: Certificazioni e Open Badge

Virtual Library e MOOC

MOOC_poster_mathplourde
CC BY 2.0 di Mathieu Plourde

I video corsi in rete sono tantissimi, e sono seguitissimi. Soprattutto i più giovani, preferiscono apprendere da un tutorial su YouTube che leggendo un materiale. Ma funzionano, anche per corsi universitari. Nel 2011, la Stanford University ha erogato un video corso post laurea in intelligenza artificiale a 160.000 utenti di 190 paesi. Si parla in questi casi di Mooc, Massive Open Online Courses.

posterLab: library aziendali con risorse interne ed esterne. MOOCs.

Digital storytelling

CC BY 2.0  di  Wesley Fryer 
CC BY 2.0  di  Wesley Fryer 

Il racconto è da sempre un veicolo fondamentale per comunicare e far apprendere. Le possibilità offerte dal digitale di assemblare testi, immagini, animazioni e video offre nuovi linguaggio per raccontare storie che coinvolgano favoriscano l’apprendimento.

posterLab: Storytelling digitale

Mobile learning

CC BY-SA 3.0 di Rafizeldi
CC BY-SA 3.0 di Rafizeldi

L’uso di smartphone e tablet permette di fruire di contenuti formativi sempre e ovunque, con un minor scarto tra tempo di lavoro e tempo di training e offrire continuità dell’esperienza. La loro enorme diffusione permette di arrivare a personale altrimenti “irraggiungibile” coi metodi tradizionali, come le reti vendita, i manager sempre in viaggio, i tecnici attivi sul territorio e il personale operativo.

posterLab: Mobile learning

Intranet e Web TV

Licenza GFDL
Licenza GFDL

Punto di incontro e snodo di comunicazione, formazione e lavoro, la Intranet aziendale rappresenta un valido mezzo di collaborazione fra le persone, capace di contribuire a migliorare la produttività e il benessere in azienda. Standardizzazione dei formati e abbattimento dei costi delle apparecchiature stanno anche diffondendo sempre più le Web TV aziendali come strumento per veicolare formazione con l’ausilio di video e cartoon.

posterLab: Intranet e Web TV come ambienti formativi

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!

Andrea Grassi
Editor di Computerworld e CIO Italia Giornalista professionista, ma con una formazione tecnico-scientifica, dal 1995 ha lavorato per alcune delle più importanti testate di informatica in Italia. È stato redattore di .Net Internet Magazine, il Mio Computer e MacFormat, responsabile di redazione di Computer Magazine, PC Magazine, Hacker Jorunal, Total Computer e del portale CHIP Download. Come publisher ha curato l’edizione italiana di CHIP, PC World, Macworld e ha ideato e lanciato le riviste mensili iPad Magazine e Android Magazine. È autore dei libri Windows XP per tutti e Mac OS Tiger pubblicati da McGraw-Hill e ha tradotto svariati altri manuali di programmazione, cybersecurity e per software professionali. Dal 2015 cura per Fiera Milano Media le testate Computerworld e CIO Italia dell’editore americano IDG. Ha seguito in particolar modo l’evoluzione di Internet, dagli albori della sua diffusione di massa, analizzandone gli aspetti tecnici, economici e culturali, i software di produttività, le piattaforme web e social, la sicurezza informatica e il cybercrime. Più di recente, segue le tematiche relative alla trasformazione digitale del business e sta osservando come l’intelligenza artificiale stia spingendo ogni giorno più in là il confine della tecnologia. Puoi contattarlo via email scrivendo ad andrea.grassi@cwi.it e seguirlo su Twitter (@andreagrassi) o Linkedin.