Google Cloud collabora con Pluralsight per l’apprendimento delle competenze cloud

In occasione di Pluralsight Live la piattaforma di formazione online ha annunciato nuove collaborazioni con Google Cloud e Microsoft Azure

google pluralsight

Pluralsight ha annunciato questa settimana nuove collaborazioni con Google Cloud e Microsoft Azure. La società offre servizi di formazione online per professionisti IT e sta investendo molto nel cloud computing. L’ultima partnership con Google Cloud è stata presentata alla conferenza annuale Pluralisight Live a Salt Lake City e include il lancio di una nuova valutazione delle competenze associata con la piattaforma Google Cloud.

Il servizio, denominato Associate Cloud Engineer on GCP, è progettato per misurare le competenze in diverse aree tecniche come sviluppo di applicazioni, servizi dati, Kubernetes e aree più specificamente orientate ai servizi di Google Cloud.

Lo strumento mira a dare ai responsabili IT una migliore visibilità del set di competenze del loro team e costruire una strategia di sviluppo per aiutare a colmare qualsiasi gap di competenze esistente.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Le competenze nel cloud sono molto richieste e il portale per sviluppatori Stack Overflow ha segnalato la crescente domanda di competenze Amazon Web Services (AWS). In effetti, le competenze AWS sono al quinto posto tra le più richieste sulla piattaforma Pluralsight, cosa che Google non poteva sottovalutare.

La nostra partnership con Pluralsight è interessante sotto molti aspetti. La nostra strategia riguardava la scala, ma volevamo soprattutto assicurarci di soddisfare le esigenze dei clienti. Per questo volevamo scegliere un partner che fosse in grado di rendere più facile per le aziende lavorare effettivamente con noi”, ha spiegato Rochana Golani, director of learning and enablement di Google Cloud, in occasione di Pluralsight Live.

Con oltre 15 corsi già attivi su Pluralsight, Google Cloud sta iniziando a fornire ai clienti tutte le competenze necessarie per lavorare con la sua piattaforma, che vanta oltre 375 laboratori, ma c’è ancora molto lavoro da fare.

Il nostro impegno è a lungo termine”, ha sottolineato Golani. “Vogliamo mantenere i servizi aggiornati e offrire una maggiore copertura per tutti i ruoli e le competenze richieste dal mercato”.

Perché Pluralsight?

Avendo già lavorato con diverse piattaforme di apprendimento online, tra le quali Coursera, Google Cloud ha cercato una piattaforma diversa per estenderne la sua portata.

Pluralsight ha attirato la sua attenzione perché è uno dei pochi provider a offrire soluzioni di apprendimento per ruoli tecnici emergenti come data e cloud engineer. Oltre a ciò, le due società condividono già un certo numero di clienti comuni.

Pluralsight ci consente di arrivare più velocemente ai clienti, perché dispone già di tutta la tecnologia integrata e dell’accesso ai clienti aziendali”, ha aggiunto Golani.

I prossimi passi

Pluralsight continuerà a collaborare con Google Cloud per sviluppare i servizi di valutazione delle competenze, garantendo che l’intera libreria dei corsi di Google Cloud sia disponibile sulla sua piattaforma.

Lo specialista della formazione ha anche annunciato questa settimana che sta ampliando la partnership con Microsoft Azure con il lancio di cinque nuovi profili professionali, adattati ai ruoli di Azure e alle certificazioni ufficiali rilasciate da Microsoft, tra i quali DevOps Engineer, AI Engineer e Data Scientist.

Analogamente ai corsi di Google Cloud, tutti i “ruoli” di Azure consentiranno ai responsabili IT di valutare le competenze di ciascun membro dei loro team e scegliere i percorsi di formazione più adatti.