Colloquio di lavoro: le domande più frequenti per un ruolo da sviluppatore

Ogni azienda conduce le selezioni in modo diverso, ma ci sono alcune domande comuni sia nel colloquio tecnico che in quello con le risorse umane. Ecco le più frequenti e come rispondere

Il processo di selezione varia spesso per i ruoli di sviluppatore. Sebbene non esista un modello prestabilito che i reclutatori seguono, ci sono alcune domande comuni a cui prepararsi, a seconda del livello di esperienza nel settore. Molte variabili possono influenzare il successo di un candidato, dal fare una buona prima impressione all’entrare in sintonia con i selezionatori.

Solitamente la selezione avviene in diverse fasi e prevede un colloquio per testare le competenze tecniche, gestito da un membro del team di sviluppo, e uno per capire meglio le soft skill, generalmente condotto dai responsabili delle risorse umane.

Il colloquio tecnico si concentrerà sul software preferito dal candidato, le sue abitudini di programmazione, il modo in cui gestisce e corregge i bug, mentre il colloquio con le risorse umane esaminerà il modo in cui il candidato sa lavorare con gli altri e potrebbe adattarsi alla cultura dell’azienda.

Per aiutarvi ad arrivare preparati alle selezioni, che siano di persona o online, abbiamo stilato un elenco delle domande più frequenti che vengono fatte agli sviluppatori e le indicazioni su come rispondere.

1Con quale metodologia di sviluppo ha più familiarità?

Il selezionatore desidera capire come il candidato potrebbe adattarsi all’azienda e al suo ambiente, e uno dei modi per farlo è chiedere quali metodologie conosce. A seconda della vostra precedente esperienza lavorativa e del background, potreste dare un esempio di una situazione rilevante in cui avete dovuto usare una metodologia specifica e come ha funzionato il processo.

2Ci parli di un problema di sviluppo software che ha riscontrato e di come lo ha risolto

Questa domanda aiuta l’intervistatore a identificare le capacità di problem solving del candidato. Vi darà l’opportunità di mostrare come gestite tali sfide e che sarete in grado di farlo anche nel ruolo a cui ambite. È opportuno citare l’esempio più recente e pertinente, in modo che l’intervistatore possa analizzare le vostre abilità più aggiornate.

3Qual è il suo processo per testare e trovare bug in un’applicazione?

Questa domanda è importante per mostrare le vostre competenze tecniche e come le applicate, poiché ogni candidato avrà un modo diverso di farlo. Potete sfruttare questa domanda come un’opportunità per mostrare le vostre conoscenze di diversi strumenti debug e

il vostro metodo di lavoro preferito.

4Cosa la entusiasma di più della programmazione?

Una domanda apparentemente semplice, ma che aiuta a capire quanto siete appassionati del vostro lavoro. I responsabili delle risorse umane vogliono assumere un candidato in grado di esprimere la sua passione per lo sviluppo, quindi non abbiate paura di mostrare coinvolgimento ed entusiasmo quando discutete degli elementi del vostro lavoro che vi piacciono.

5Ci parli di un progetto a cui ha lavorato e di cui è orgoglioso

 

Per rispondere a questa domanda scegliete un progetto che sia abbastanza attuale da essere ancora rilevante, ma abbastanza ampio da avere un impatto per l’azienda. La realtà è che la programmazione cambia rapidamente ed è poco utile parlare di una build obsoleta.
Oltre a descrivere il progetto, mettete in luce il ruolo che avete avuto, dove avete aggiunto valore e come avete collaborato con gli altri membri del team. Per un responsabile delle assunzioni il successo complessivo del progetto è meno importante rispetto al vostro ruolo specifico in esso. Il selezionatore vuole capire come lavorate e come definite il successo facendo parte di una squadra.

6Descriva un progetto a cui ha lavorato e di cui non è orgoglioso

Questa domanda mostra non solo che siete in grado di analizzare criticamente il lavoro del vostro team, ma anche che non avete paura di ammettere le vostre carenze o errori. È un buon indicatore della vostra capacità di ricevere feedback e imparare da essi ed è una qualità molto apprezzata da un potenziale datore di lavoro.

7Conosce le caratteristiche del nostro prodotto/servizio?

Se l’azienda presso cui fate il colloquio sviluppa un determinato prodotto, la possibilità di parlare delle sue diverse caratteristiche mostra al selezionatore che vi siete informati e siete arrivati preparati. I candidati più forti saranno in grado di argomentare sulle diverse caratteristiche del prodotto e mostreranno di aver compreso le diverse parti coinvolte nella realizzazione di queste funzionalità.

8Sa comunicare efficacemente con colleghi delle aree non tecniche?

Questa domanda permette di capire se il candidato sa lavorare in modo produttivo e collaborativo con team composti da professionisti con diverse competenze. Fate attenzione al linguaggio e alla terminologia che usate per descrivere i vostri colleghi e assicuratevi di parlare di progetti o flussi di lavoro specifici che illustrino la vostra capacità di comunicare in modo efficace.

9A quali progetti sta lavorando?

I responsabili delle assunzioni sono alla ricerca di sviluppatori impegnati nel potenziamento delle proprie competenze. Parlare di progetti secondari, non strettamente collegati all’esperienza professionale, mostra l’interesse per la programmazione e la capacità di investire sulla propria formazione. Non dovete far credere che il vostro unico obiettivo è il lavoro: è importante mostrare equilibrio e passione per progetti che vanno oltre la necessità di uno stipendio.

10Perché vuole lavorare in questa azienda?

Una domanda semplice, ma rivelatrice. Se volete distinguervi dagli altri candidati, fate riferimento a caratteristiche specifiche di prodotti/servizi e al modo in cui ritenete che le vostre capacità siano allineate ai requisiti del ruolo. Non scartate gli aspetti non tecnici del ruolo; parlate del motivo per cui ritenete di essere compatibile con la missione e la cultura dell’azienda e di come pensate di lavorare all’interno del team. Mostrate agli intervistatori che non volete semplicemente un lavoro: volete questo lavoro.

11Descriva il suo ambiente di lavoro ideale

Di quali condizioni avete bisogno per lavorare al meglio? Siate onesti e pensate a quale ambiente è più adatto al vostro flusso di lavoro Se avete bisogno di una stanza tranquilla per concentrarvi, probabilmente non vi sentirete a vostro agio in un ufficio open space. Riuscite a programmare in team o preferite lavorare da soli? Come vi trovate in un team interfunzionale? Quali strumenti usate per testare il codice? Comunicate meglio con i colleghi di persona o utilizzando app di messaggistica?

12Ha domande per noi?

Solitamente questa è la domanda conclusiva di un colloquio, e probabilmente è la più importante. Vi permette di lasciare una buona impressione, ma anche di scoprire dettagli del ruolo che vanno oltre quanto contenuto nell’annuncio di lavoro. Mostrate il vostro interesse per il team chiedendo informazioni sul flusso di lavoro tra ciascuna funzione, la struttura dl management, le opportunità di crescita, la cultura dell’azienda. Fate domande sui progetti imminenti e sul ruolo che avrà in essi il candidato prescelto.