linkedin recruiter spotlights

La crescita di LinkedIn non si è fermata sotto la proprietà di Microsoft. Il social network professionale, che a ottobre 2016 contava 467 milioni di membri, ha superato questa settimana i 500 milioni di utenti registrati. Il tasso di crescita della società è rimasto costante nel corso dell’ultimo anno, compreso un periodo di “quiete” dopo che Microsoft annunciò l’intenzione di acquisire la società, lo scorso giugno. L’operazione da 26,2 miliardi di dollari si è chiusa alla fine di dicembre.

Il traguardo di 500 milioni di utenti arriva in un momento in cui LinkedIn si sta rinnovando in modo significativo. Tra gli aggiornamenti ci sono la più importante riprogettazione del sito dalla sua nascita a oggi, miglioramenti ai piani di abbonamento premium, la messaggistica e l’introduzione di un feed con le notizie più significative per gli utenti. Il focus di quest’ultimo aggiornamento è migliorare l’esperienza utente e creare meccanismi per aumentare il coinvolgimento degli utenti.

Opportunità di lavoro, contenuti e collegamenti sono alla base della maggior parte delle interazioni degli utenti. Per esempio, la società afferma che attualmente sul sito sono presenti più di 10 milioni di offerte di lavoro, più di 9 milioni di profili aziendali e ogni settimana vengono pubblicati almeno 100.000 articoli.

Quanto crescerà LinkedIn sotto la guida di Microsoft?

Microsoft ha ancora molto da fare, ma credo che questo traguardo di 500 milioni sia impressionante”, ha commentato Patrick Moorhead, presidente e analista di Moor Insights & Strategy. “La massiccia base di utenti di LinkedIn è una componente fondamentale del suo successo, ma la società dovrebbe anche fornire una metrica per indicare quanto spesso i suoi 500 milioni di membri utilizzano il sito. Penso che la cosa importante sia l’interazione tra le persone, piuttosto che l’aumento del numero di utenti”.

Secondo Jan Dawson, fondatore e chief analyst di Jackdaw, mancando statistiche sugli attivi utenti non vi è alcuna indicazione che la crescita della base utenti di LinkedIn si traduca in un maggior coinvolgimento. “Le statistiche più importanti sono il numero di utenti attivi e quanto essi sono attivi sul sito, e non abbiamo alcuna visione in questo senso”, ha sottolineato Dawson. “Non c’è motivo di credere che le persone utilizzeranno di meno LinkedIn ora che è proprietà di Microsoft. E dato che Microsoft sta per aggiungere valore attraverso le integrazioni, il numero di utenti dovrebbe continuare ad aumentare”.

Sulla base della sua attuale strategia e delle nuove risorse di Microsoft, LinkedIn potrebbe raddoppiare o triplicare la propria base di utenti e raggiungere il suo potenziale non ancora pienamente espresso, secondo Moorhead. “La ricerca di lavoro e il reclutamento sono oggi i più grandi fattori di successo di LinkedIn, ma c’è ancora molto da esplorare nelle dinamiche, nei contenuti e nelle opportunità business-to-business”, ha dichiarato Moorhead. “In pratica, LinkedIn è il Facebook delle aziende. C’è qualcosa di unico in questa piattaforma”.

AUTOREMatt Kapko
FONTECIO
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.
WHITEPAPER GRATUITI