Microsoft Edge avrà una tab di connessione a Office 365

Utilizzando gli oggetti dei criteri di gruppo, gli amministratori IT possono trasformare il browser Edge in un front-end per Office 365 con una nuova scheda di stampo enterprise.

edge

Il nuovo browser Edge di Microsoft sviluppato sulla base di Chromium presenterà una nuova tab di stampo “enterprise” che gli amministratori IT potranno personalizzare per i dipendenti. Microsoft ha delineato le nuove funzionalità di uqesta tab di Edge per i clienti aziendali una settimana dopo aver annunciato la prima release candidate del browser.

adv
Investimenti Oracle NetSuite

Prendere decisioni strategiche informate grazie a Business Intelligence e Analytics

Una piattaforma di BI e Analytics deve offrire ai decision maker tutti gli strumenti necessari per migliorare l'efficienza e individuare nuove opportunità prima della concorrenza. Presentiamo una serie di preziose risorse e ricerche in Pdf per approfondire questo argomento da un punto di vista tecnico e strategico. SCARICA LE GUIDE >>

“Quando si accede con un account di lavoro di Azure Active Directory (AAD), l’apertura di una nuova scheda in Microsoft Edge offre un set dinamico e personalizzato dei documenti Office, dei siti web interni, delle risorse aziendali e degli altri contenuti di Microsoft 365 più pertinenti” hanno dichiarato alcuni giorni fa Chad Rothschiller, senior program manager, e Matt Betz, product marketing manager di Microsoft.

In assenza di un intervento IT attraverso l’impostazione dei criteri di gruppo, Edge in un’azienda apparirà e funzionerà proprio come sul PC di un utente consumer completo di una nuova tab arricchita da un feed di notizie generali. Ma se collegate i GPO (Group Policy Objects), il browser diventa un front-end per Office 365.

Ogni nuova scheda aziendale presenterà otto miniature di siti selezionati, i primi tre dei quali possono essere impostati dall’IT in modo che non possano essere modificati dai dipendenti. Tali siti potrebbero essere pagine intranet importanti o app web mission-critical specifiche dell’azienda, di un dipartimento o di un team. Le restanti cinque anteprime saranno basate su siti a cui si accede frequentemente o create dall’utente del dispositivo, come è tipico per le nuove schede di altri browser.

Altre aree della nuova scheda eseguono compiti della pagina di destinazione di Office 365, il più notevole dei quali, soprannominato Recommended, pesca da fogli di calcolo modificati di recente o da documenti Word a cui si è collaborato. I documenti che emergono da Recommended devono essere archiviati nei siti OneDrive for Business o SharePoint, il che non sorprende poiché si tratta delle due scelte di archiviazione cloud per praticamente tutti i clienti aziendali di Office 365.

L’intero aspetto è molto simile a quello che un utente di Office 365 vede quando accede a http://www.office.com in qualsiasi browser, incluso Edge. Il fatto che Edge lo offra in ogni nuova scheda rende meno scomodo accedervi durante una giornata lavorativa o, a seconda di come si vede la presenza sempre presente di Microsoft in ufficio, meno noioso.

Questa funzione sfrutta il machine learning per produrre un breve elenco di file, facendo risparmiare tempo e consentendo di riprendere da dove si era interrotto. Integrato con Office 365 è anche il campo di ricerca nella nuova scheda. Quando l’utente accede a un account AAD, le ricerche generano risultati non solo dal web in generale, ma anche da informazioni specifiche dell’organizzazione, come documenti (di nuovo, quelli memorizzati in OneDrive for Business o su un sito di SharePoint) e siti personali e intranet che ospitano app web.

Rothschiller e Betz hanno puntato molto su questo fattore gestibilità (che è stato storicamente un punto di forza dei browser realizzati da Microsoft), ma non hanno messo a confronto Edge con Chrome. Potrebbe essere stata un’occasione persa, poiché Chrome non è attrezzato per sfoggiare una nuova scheda specifica di stampo enterprise (presumibilmente una collegata alla sua G Suite), né è in grado di integrarsi in qualche modo con Office 365.

La prima versione stabile di Edge è prevista per il 15 gennaio. Fino ad allora, gli utenti commerciali e gli amministratori IT possono comunque testare già ora la versione beta, che può essere scaricata da qui in versione Windows e macOS.