Firefox 59: velocità, personalizzazione delle tab e policy engine

Con Firefox 59 Mozilla sta anche invitando gli amministratori IT aziendali a partecipare a una beta di soli inviti di Firefox Quantum for Enterprise.

firefox 59

Alcuni giorni fa Mozilla ha rilasciato Firefox 59 per Windows, macOS e Linux, continuando sulla scia del continuo miglioramento prestazionale iniziata alla fine dello scorso anno. Firefox, che può essere scaricato da qui, si aggiorna automaticamente in background e quindi la maggior parte degli utenti deve solo riavviare il browser per ottenere l’ultima versione. Mozilla di solito aggiorna Firefox ogni 6-8 settimane e l’ultima volta che è successo in occasione del lancio della versione 58 era il 23 gennaio (o sette settimane fa).

adv
Investimenti Oracle NetSuite

Prendere decisioni strategiche informate grazie a Business Intelligence e Analytics

Una piattaforma di BI e Analytics deve offrire ai decision maker tutti gli strumenti necessari per migliorare l'efficienza e individuare nuove opportunità prima della concorrenza. Presentiamo una serie di preziose risorse e ricerche in Pdf per approfondire questo argomento da un punto di vista tecnico e strategico. SCARICA LE GUIDE >>

Firefox 59 punta ancora una volta sui miglioramenti a livello di velocità che Mozilla ha voluto imprimere al proprio browser già lo scorso novembre con la versione Quantum, insistendo molto sui tempi di caricamento più rapidi delle pagine web rispetto ai browser concorrenti. Mozilla ha anche introdotto la Race Cache with Network (RCWN), tecnologia che cambia il metodo standard di memorizzare nella cache le pagine che sono state precedentemente renderizzate. La memorizzazione nella cache, una delle tecniche più basilari per accelerare la visualizzazione delle pagine web in un browser, normalmente salva tali pagine nella memoria del computer o nell’unità disco locale.

RCWN, tuttavia, aggiunge una cache di rete (in altre parole, la memorizzazione off-site della pagina) a questo scenario. Molti ISP d’altronde memorizzano nella cache i siti web più popolari su più server per ridurre il tempo necessario ai clienti per accedere ai contenuti.

“Quando rileviamo che l’I/O del disco può essere lento, inviamo una richiesta di rete in parallelo e usiamo la prima risposta che ritorna” ha scritto in un post del 2017 Valentin Gosu, ingegnere di Mozilla. “Per gli utenti con dischi lenti e una rete a bassa latenza il risultato sarebbe un caricamento pagina più veloce.”

firefox 59

Da segnalare inoltre che con Firefox 59 l’Off-Main-Thread painting, aggiunto a gennaio a Firefox 58 in versione Windows, è arrivato ora anche su Firefox per macOS. Off-Main-Thread sposta parte del lavoro di rendering della pagina a un thread del processore dedicato. Riducendo il carico di lavoro del thread principale, è più probabile che Firefox sia in grado di comporre le pagine in tempo per mantenere frame rate elevati.

Firefox 59 ha anche introdotto ulteriori opzioni di personalizzazione per la pagina iniziale, che ora funge anche da nuova scheda (ciò che appare quando si crea una nuova scheda premendo Ctrl-T in Windows o Command-T in macOS). Le miniature Top Sites degli URL visitati più frequentemente possono ora essere trascinate e rilasciate per riorganizzare le immagini di piccole dimensioni.

Altri elementi nella nuova scheda possono anche essere personalizzati per mostrare più di una singola riga di siti principali o per eliminare completamente, ad esempio, le sezioni Pocket o Highlight. Le preferenze di Firefox ora includono anche impostazioni che bloccano tutte le richieste future per attivare le notifiche nel browser, accendere la videocamera o il microfono del proprio dispositivo o abilitare il rilevamento della posizione. Sebbene tutte queste funzioni siano state, e siano, utilizzate in modo ragionevole da siti web legittimi, molti altri siti “dubbi” richiedono tali autorizzazioni senza una buona ragione.

Mentre distribuiva Firefox 59, Mozilla ha inoltre iniziato a ricevere richieste dagli amministratori IT dell’azienda per partecipare a una beta di soli inviti di Firefox Quantum for Enterprise. Mentre questo browser aziendale sarà di fatto identico a quello rilasciato a tutti gli altri, al suo interno (e si tratta di una prima volta assoluta per Mozilla) sarà integrato un sistema di policy compatibile con Windows Group Policy, lo standard de facto per l’amministrazione del software.

“Firefox 60 includerà un policy engine che aumenterà le possibilità di personalizzazione e l’integrazione nei sistemi di gestione esistenti”, ha annunciato Mozilla a gennaio. Anche se la versione iniziale supporterà un numero limitato di policy, Mozilla ha affermato che espanderà tale elenco in base al feedback degli utenti aziendali che raccoglierà da qui a inizio maggio, quando è atteso il rilascio di Firefox 60 e di questo nuovo policy engine.