Edge: il browser rinnovato di Microsoft arriverà il 15 gennaio 2020

La versione finale del nuovo browser Edge basato su Chromium sarà disponibile dal 15 gennaio del prossimo anno, mentre ora si può scaricare la versione release candidate quasi definitiva.

edge

Microsoft rilascerà la versione definitivo del suo “nuovo” browser Edge il 15 gennaio del prossimo anno. Parliamo di “nuovo” Edge perché Microsoft, a dicembre 2018, annunciava che avrebbe ricostruito Edge utilizzando come base Chromium, il “motore” che già alimenta Chrome (il browser web più diffuso al mondo). Con quella dichiarazione, Microsoft rinunciava di fatto alla costruzione di un browser moderno che avrebbe sostituito l’ormai obsoleto Internet Explorer (IE) e si metteva sulle orme di altri browser sempre basati su Chromium come Opera e Brave.

“Intendiamo adottare il progetto open source Chromium nello sviluppo di Microsoft Edge per creare una migliore compatibilità web per i nostri clienti e una minore frammentazione per tutti gli sviluppatori web”, scriveva allora Joe Belfiore, vicepresidente aziendale di Windows. Da quell’annuncio in poi Microsoft ha rilasciato più versioni di Edge “full-Chromium” utilizzando la stessa nomenclatura del canale di sviluppo che Google usa per Chrome (Canary, Dev e Beta).

Microsoft dovrebbe basare la versione definitiva di Edge Chromium sulla base dell’attuale build 79.0.309.11. Chrome farà affidamento sulla stessa base (Chromium 79) per la sua nuova versione attesa il 10 dicembre (Chrome 79).

Una delle novità principale che vedremo il 15 gennaio in Edge è la protezione dal tracking, una tecnologia difensiva che ha debuttato a giugno con una versione molto preliminare sul canale di sviluppo Canary. A quel tempo, la funzionalità era gravata da un’interfaccia utente non funzionante e Microsoft l’aveva così relegata in un pannello di opzioni.

Ora, in una veste decisamente più rifinita, la prevenzione del tracciamento è attivata per impostazione predefinita e vanta un’interfaccia utente chiara ed evidente. Come tecnologie simili presenti in altri browser, la protezione da tracciamento di Edge ha diversi livelli di intervento, da base a bilanciata fino a rigorosa. Ogni livello successivo aumenta il tipo e il numero di tracker che vengono bloccati durante la navigazione.

Microsoft ha messo Edge sullo stesso percorso che Mozilla e Apple hanno impostato rispettivamente per Firefox e Safari. Questo non solo gioca a favore di quegli utenti preoccupati per la privacy online, e in particolare per il modo in cui siti e inserzionisti monitorano i loro movimenti e comportamenti, ma posiziona questo nuovo browser in modo diverso rispetto a Chrome.

Altre funzionalità di Edge che sono state perfezionate includono la modalità IE, che emula il vecchio browser per i clienti costretti ancora a usare le generazioni precedenti di web app, siti intranet e siti web mission-critical di fornitori e partner, e Collections, un insieme di strumenti che consente agli utenti di raccogliere informazioni da più fonti online e di organizzarle per la creazione di contenuti o per prendere decisioni.

Ironia della sorte, la data di lancio del 15 gennaio prevista per Edge arriverà con il giorno dopo la cessazione del supporto di Windows 7 da parte di Microsoft, che il 14 gennaio manderà quindi in pensione questo amato sistema operativo risalente a 10 anni fa.

Edge 79 Beta può essere scaricato per Windows 10, Windows 8.1, Windows 7, Windows Server e macOS dal sito Insider.