Edge Chromium: ecco la documentazione per gli update aziendali

Microsoft fornisce criteri di gruppo per il controllo aziendale degli aggiornamenti di Edge Chromium, la nuova versione di Edge basata sul motore alla base di Chrome.

windows 10

Microsoft ha pubblicato il template e la documentazione che saranno necessari per gestire gli aggiornamenti del browser Edge Chromium ancora in versione beta, mantenendo così la promessa fatta a inizio estate. Quando infatti Microsoft ha lanciato per la prima volta il “motto” Edge-for-enterprise a giugno, ha presentato un catalogo preliminare di criteri di gruppo che gli amministratori IT avrebbero usato per distribuire, personalizzare e gestire il browser. Erano stati omessi, tuttavia, i GPO (Group Policy Object) e un modello amministrativo per gestire gli aggiornamenti.

“Le policy per la gestione degli aggiornamenti non sono incluse; quelle saranno contenute in un file template amministrativo separato” scriveva Sean Lyndersay, un gestore di programmi di gruppo del team Edge, in un post del 14 giugno sul blog Microsoft.

A differenza dei precedenti browser Microsoft (Internet Explorer e la versione originale di Edge), il nuovo Edge basato su Chromium verrà aggiornato con una cadenza molto più continua ogni 6-8 settimane, proprio come Chrome. Microsoft ha infatti interrotto il collegamento tra i feature update del browser e quelli del sistema operativo. Le aziende che desiderano testare e verificare che ogni aggiornamento funzioni come previsto hanno bisogno di un modo per bloccare il meccanismo di aggiornamento nativo.

Ed è qui che entrano in gioco questi nuovi GPO. I criteri di gruppo relativi agli aggiornamenti sono disponibili nella documentazione online di Edge Chromium e richiedono la versione 77 o successiva di Edge; la build Dev 77 è stata rilasciata il mese scorso, mentre la Beta 77 è stata lanciata questa settimana. Il modello amministrativo (msedgeupdate.admx) per gestire gli aggiornamenti di Edge può essere scaricato da questa pagina; è uno dei due template presenti nel file MicrosoftEdgePolicyTemplates.zip.

Per coloro che non hanno familiarità con l’uso dei criteri di gruppo di Windows, le istruzioni introduttive per i template di Edge sono disponibili nella sezione 1. Scaricate e installate il modello amministrativo di Microsoft Edge da questa pagina di supporto.

Poiché gli amministratori di un’organizzazione probabilmente vorranno limitare le scelte del browser dei dipendenti, ad esempio per mantenere tutti con la stessa versione per motivi di supporto, i GPO consentono di bloccare gli aggiornamenti di build specifiche come Canary, Dev e Beta, oltre a prevenire che i dipendenti aggiornino manualmente il browser. Altri GPO consentono all’IT di impostare sistemi specifici con una sostituzione dell’aggiornamento, in modo che, per esempio, un team specifico abbia accesso alle versioni Dev e Beta quando tutti gli altri nono lo hanno.

Altri GPO ancora impostano un valore per il numero minimo di minuti tra i controlli di aggiornamento automatici (il valore predefinito è 10 ore) e gli aggiornamenti durante l’orario di ufficio, in modo da non interrompere il lavoro. I GPO controllano il funzionamento del servizio di aggiornamento nativo di Edge che distribuisce gli update alle macchine non gestite, ma Microsoft si è impegnata a sostenere che anche le piattaforme di livello aziendale sarebbero supportate dal browser. Le integrazioni di distribuzione e configurazione con Intune e System Center Configuration Manager (SCCM) di Microsoft, ad esempio, sono sulla roadmap di Redmond, sebbene non ci siano ancora tempistiche precise.

Edge Chromium verrà inoltre offerto nei formati di installazione MSI (per Windows) e PKG (macOS) per la distribuzione da parte del personale IT di un’organizzazione. L’elenco di tutti i GPO di Edge a partire dal 22 luglio è disponibile qui, mentre qui trovate la guida di Edge per i contesti enterprise.