Google mette l’intelligenza artificiale in una nuova app di messaggistica

Il Wall Street Journal riporta che il colosso di Mountain View sta sviluppando di chatbot che amplierà l’attuale servizio di ricerca vocale

Google sta lavorando a una nuova applicazione di messaggistica che impiegherà le sue tecnologie di intelligenza artificiale, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal. Il nuovo servizio di chat consentirebbe agli utenti di porre domande attraverso un chatbot, che cerca le risposte nell’ampia mappa di Internet, scrive il giornale. La data di lancio di questo nuovo servizio, a cui BigG starebbe lavorando da un anno, non è nota.

Gli utenti hanno già a disposizione un servizio simile con la funzione di ricerca vocale integrata nella casella di ricerca di Google per il cellulare e il web. Pronunciando “OK Google”, gli utenti possono porre domande a cui il servizio restituisce una risposta. Tuttavia questo servizio è limitato a determinati ambiti e soggetti.

Sembra che Google voglia ampliarne la portata con chatbot supplementari. Nel mese di novembre, ha fatto un’offerta per l’acquisto di 200 Labs, una startup che sviluppa chatbot per vari soggetti, ma la proposta non è stata accettata.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Quello dell’instant messaging è un mercato fortemente competitivo. L’applicazione WhatsApp, di proprietà di Facebook, è generalmente considerata il leader, seguita da Facebook Messenger. Accanto a Skype, Viber e Blackberry Messenger, diffuse a livello globale, livello locale ci sono app che sono diventati player importanti, come QQ e WeChat in Cina, Line in Giappone e KakaoTalk in Corea del Sud.