In un post sul blog di Google Maps, Google ha annunciato che la sua app di mappe più avanzata, complete di tutte le caratteristiche e immagini aeree e satellitari, sarà disponibile gratuitamente. Chiunque sia interessato può ottenere una chiave di licenza d’uso e scaricare Google Earth Pro immediatamente.

adv
Investimenti Oracle NetSuite

Prendere decisioni strategiche informate grazie a Business Intelligence e Analytics

Una piattaforma di BI e Analytics deve offrire ai decision maker tutti gli strumenti necessari per migliorare l'efficienza e individuare nuove opportunità prima della concorrenza. Presentiamo una serie di preziose risorse e ricerche in Pdf per approfondire questo argomento da un punto di vista tecnico e strategico. SCARICA LE GUIDE >>

La versione Pro ha le stesse caratteristiche del Google Earth dedicato all’uso privato, ma dispone in più di strumenti per la misurazione dettagliata di lunghezze ed edifici in 3D, permette di esportare immagini in alta risoluzione da utilizzare in presentazioni e report, e può registrare video in alta definizione di viaggi virtuali attorno al globo.

Se per gli utenti privati i cambiamenti non sono poi così radicali, sono diverse le aziende che possono trovare vantaggio dall’uso del servizio, e che ora possono beneficiare di un risparmio di 400 dollari all’anno per ciascun utente.

Alcuni esempi di utilizzo professionale delle funzioni specifiche di Google Earth Pro sono:

  • Geometri, studi di progettazione: misurazione di lunghezze ed aree, anche su superfici circolari o poligoni irregolari; sovrapposizione in overlay delle particelle catastali; Importazione di dati GIS nei formati di file ESRI (.shp) e file MapInfo (.tab).
  • Studi di grafica e agenzie creative: creazione di manifesti e illustrazioni grazie a immagini con risoluzione massima di 4800 x 3200 pixel.
  • Istituti statistici, indagini di marketing: possibilità di visualizzare dati demografici su una mappa; possibilità di importare e mappare automaticamente fino a 2.500 indirizzi.
  • Studi di post produzione video: realizzazione di filmati in alta definizione ottenuti da spostamenti e zoom sul globo terrestre.

Secondo Ezra Gottheil, un analista di Technology Business Research, “Google Earth Pro non è utile soltanto a realizzare presentazioni più accattivanti, ma può aiutare le aziende a trovare nuovi clienti attraverso misurazioni e dati statistici o pianificare lo sviluppo di un’infrastruttura. Può essere molto utile anche per promuovere il turismo”.

Sul perché Google abbia deciso di rendere gratuita la versione Pro, Gottheil ritiene che i proventi derivati dalla vendita delle licenze non debbano essere stati poi così rilevanti, e quindi Google pensa che potrà avere maggiori benefici in futuro da una sua diffusione più massiccia nelle aziende.

Per avere tutte le funzioni è necessario scaricare Google Earth e registrarsi per ottenere una chiave di licenza Pro a questo indirizzo.

AUTORESharon Gaudin
FONTEComputerworld.com
Andrea Grassi
Editor di Computerworld e CIO Italia Giornalista professionista, ma con una formazione tecnico-scientifica, dal 1995 ha lavorato per alcune delle più importanti testate di informatica in Italia. È stato redattore di .Net Internet Magazine, il Mio Computer e MacFormat, responsabile di redazione di Computer Magazine, PC Magazine, Hacker Jorunal, Total Computer e del portale CHIP Download. Come publisher ha curato l’edizione italiana di CHIP, PC World, Macworld e ha ideato e lanciato le riviste mensili iPad Magazine e Android Magazine. È autore dei libri Windows XP per tutti e Mac OS Tiger pubblicati da McGraw-Hill e ha tradotto svariati altri manuali di programmazione, cybersecurity e per software professionali. Dal 2015 cura per Fiera Milano Media le testate Computerworld e CIO Italia dell’editore americano IDG. Ha seguito in particolar modo l’evoluzione di Internet, dagli albori della sua diffusione di massa, analizzandone gli aspetti tecnici, economici e culturali, i software di produttività, le piattaforme web e social, la sicurezza informatica e il cybercrime. Più di recente, segue le tematiche relative alla trasformazione digitale del business e sta osservando come l’intelligenza artificiale stia spingendo ogni giorno più in là il confine della tecnologia. Puoi contattarlo via email scrivendo ad andrea.grassi@cwi.it e seguirlo su Twitter (@andreagrassi) o Linkedin.