Feed Reader: le alternative da usare su desktop, Android, iOS, ma anche su Kindle e Telegram

I feed reader non sono morti con Google Reader, anzi ad oggi sono varie le alternative per rimanere aggiornati sulle news: ecco i servizi su Android, iOS, ma anche Kindle e Telegram

feed reader

Quando Google decise di chiudere il proprio servizio di feed reader, la percezione fu di un servizio che aveva fatto il suo tempo, ma la realtà odierna è un po’ diversa. Ad anni di distanza i servizi di feed reader non hanno smesso di esistere, anzi hanno invaso anche altre piattaforme che alla chiusura di Google Reader ancora non esistevano, come Telegram. Ecco quindi una panoramica sulle alternative con i servizi più utili per non perdere nessun aggiornamento della stampa specializzata attraverso qualsiasi piattaforma o device.

I feed reader su destkop, Android e iOS

Le piattaforme di feed reader più in voga spaziano da chi subisce ancora il fascino retrò del compianto Google Reader, fino ad arrivare a servizi che più che feed reader sono ricreano lo stile di una rivista, da sfogliare con calma nei momenti di relax o per scoprire argomenti interessanti.

The Old Reader

feed reader the old reader

The Old Reader è il feed reader per chi apprezzava la grafica e la gestione di Google Reader ed è restio ai cambiamenti, anche a distanza di anni. Oltre alla grafica semplice, permette di organizzare le categorie di feed, ricevere gli aggiornamenti sugli articoli pubblicati e la piattaforma è ottimizzata per essere consultata anche da mobile. Non è disponibile una app ufficiale per smartphone o tablet, ma sono disponibili le mobile API molto simili a quelle di Google Reader ed esiste una pagina che elenca tutte le app non ufficiali.
Per quanto riguarda i prezzi, si parte da una versione gratuita con un limite di 100 sottoscrizioni, ma è disponibile anche un piano Premium che elimina la pubblicità, permette di effettuare una ricerca in tutto il testo, un refresh dei feed più veloce, uno storage di 1 anno e offre l’accesso a nuove funzionalità. Il costo è di 3 dollari al mese o 25 dollari all’anno fino a 500 sottoscrizioni, oppure 6 dollari al mese o 60 dollari all’anno fino a 1500 sottoscrizioni, per arrivare a 99 dollari al mese o 990 dollari all’anno fino a 15.000 sottoscrizioni.

Feedly

feed reader feedly

Feedly è un aggregatore completo che consente di tenere sotto controllo le news dai feed di giornali specializzati e blog, ma anche le novità dei canali Youtube, oltre a monitorare cosa viene pubblicato in merito alla propria azienda o prodotto attraverso il collegamento a Google Alerts. Sono disponibili le app per iPhone e per Android, oltre a moltissime altre integrazioni.
Il piano basic è gratuito e consente di avere fino a 100 sottoscrizioni, 3 bacheche, mentre se si passa ad un piano a pagamento si può scegliere il Pro, al costo di 5.41 dollari al mese fatturati annualmente, senza limiti né per le sottoscrizioni né per le bacheche e con la possibilità di aggiungere gli avvisi per le parole chiave, flussi automatici con IFTTT e Zapier e condivisione in Evernote, Pocket, OneNote, Linkedin, Buffer, Hootsuite e WordPress, oltre al backup su Dropbox.
Feedly mette a disposizione anche un piano tariffario per trasformarsi in uno strumento di collaborazione per Team, con un costo di 18 dollari al mese fatturati annualmente, con tutte le funzionalità del Pro a cui aggiunge la email di riepilogo, la condivisione interna al team, l’integrazione con Google News e con Slack o Trello, l’analisi dei dati e la sicurezza avanzata con SSO/SAML.

Flipboard

feed reader flipboard

Flipboard è un aggregatore di news che permette di sfogliare le novità come una rivista, andando così a soddisfare le necessità di chi fa un uso più ricreativo piuttosto che informativo del feed reader. In effetti sarebbe più opportuno definire Flipboard come un social news magazine, in quanto si può decidere di seguire macroargomenti, riviste già offerte dai publisher o dai propri contatti, oppure creare una rivista personalizzata. La particolare modalità di fruizione lo rende perfetto per essere utilizzato su un tablet, come l’iPad, ma è disponibile anche nella versione per smartphone su iPhone, Android e Windows Phone.

Il feed reader con il bot di Telegram: The Feed Reader Bot

feed reader bot telegram

Le funzionalità di Telegram si stanno ampliando sempre di più grazie ai suoi bot, che portano ogni tipo di feature all’interno del sistema di messaggistica, fino ad arrivare ad avere il feed reader su Telegram.
Con The Feed Reader Bot è possibile ricevere tutti gli aggiornamenti da siti e blog attraverso i feed Rss, ma anche dalle pagine Facebook, dai canali Youtube, dagli account Twitter e Instagram. L’account gratuito prevede un refresh all’ora, mentre passando al piano Premium al costo di 1 dollaro al mese si può avere un refresh ogni 5 minuti e personalizzare l’alert che il bot manderà per ogni nuovo aggiornamento.

Il feed reader sul Kindle: Reabble

feed reader kindle reabble

Esiste anche un servizio che permette di portare il feed reader sul Kindle: si tratta di Reabble, un rss feed reader web-based che sfrutta il browser sperimentale contenuto nel reader di Amazon, ma può essere fruito anche dagli altri reader con schermo a e-ink che consentano la navigazione. Il servizio si appoggia a Inoreader, per cui occorre avere un account su questa piattaforma e poi connetterlo a Reabble. L’account parte da un piano gratuito che prevede di poter leggere un massimo di 15 articoli al giorno, oltre i quali si pagano 0,90 dollari al mese.

Aggiornamento del 16/06/2017 a cura di Valentina Colazzo