Facebook ha sviluppato un’applicazione per condividere privatamente le foto scattate con il proprio smartphone. Moments, disponibile attualmente negli USA per iOS e Android, è un’app che organizza le foto sullo smartphone dell’utente e permette di condividerle in privato con un gruppo selezionato di amici. Le foto vengono raggruppate in base a chi è presente negli scatti, attraverso la stessa tecnologia di riconoscimento facciale dietro alla funzionalità di tagging suggerita sul sito di Facebook.

Moments consente agli utenti di sincronizzare le foto con le persone che sono a un evento specifico, come una festa o un matrimonio. L’applicazione non pubblica le foto su Facebook, a meno che non sia l’utente a scegliere di pubblicarle.

L’applicazione tenta di risolvere un problema del 21° secolo: non sempre gli utenti vogliono postare ogni foto dei loro amici su Facebook, ma gli amici vogliono vedere le foto in cui sono presenti scattate dai telefoni di altri.

La nuova app di Facebook arriva in un momento in cui anche competitor come Google e Yahoo hanno sviluppato servizi sempre più sofisticati di condivisione di foto che integrano tecnologie di riconoscimento delle immagini.

Google ha recentemente rilasciato Google Photos, che permette di ricercare e riconoscere automaticamente persone, luoghi e oggetti all’interno delle foto.

Anche Flickr di Yahoo ha una nuova funzionalità che permette di taggare automaticamente elementi delle foto per facilitarne la classificazione.