Facebook ha rilasciato un nuovo aggiornamento per la sua app di photo-sharing Moments. Lanciata lo scorso giugno, Moments permette di condividere privatamente foto con i propri amici di Facebook. Con il nuovo aggiornamento, è ora possibile creare automaticamente brevi video musicali dalla propria collezione di foto, per poi condividerli in privato con gli amici o inviarli direttamente a Facebook.

Per il sottofondo musicale, gli utenti potranno scegliere tra circa una dozzina di tracce offerte da Moments, come spiegato da TechCrunch.

Per realizzare i video, l’applicazione utilizza vari strumenti, dalla posizione al riconoscimento facciale, per organizzare le foto scattate nello stesso momento o luogo, suggerire con quali amici condividere il materiale e unire i montaggi video. L’app Google Photo ha caratteristiche simili per organizzare e riconoscere le foto. Inoltre, Google Photos crea automaticamente GIF animate, panorami o collage di foto simili.

Cosa c’è di nuovo?

Facebook ha ottenuto risultati contrastanti nel tentativo di popolare il nostro smartphone con le sue applicazioni standalone. Per esempio, Messenger è un successo, ma la maggior parte delle altre applicazioni di Facebook ha fatto fiasco (ricordate per esempio Slingshot?).

Il progetto di Moments è partito nel 2012, insieme al tentativo di Facebook di convincere gli utenti a memorizzare sul social le foto private. Ma in qualche modo le parole “Facebook” e “foto private” suonano male insieme. Poi, quando Facebook ha lanciato Slingshot nel 2014, il clone di Snapchat non è riuscito a portare qualcosa di nuovo nel photo-sharing.

Venendo a oggi, sembra che Facebook abbia trovato la formula vincente: una applicazione stand-alone che mantiene le foto private a distanza dal resto della rete, ma ancora si basa sulla sua infrastruttura social per condividerle con gli amici.

Moments è disponibile gratuitamente sull’App Store a sul Play Store.