Nella corsa alle offerte per l’acquisto di TikTok il vincitore è…Oracle? Secondo quanto riportato da NBC News, Oracle e ByteDance, la casa madre di TikTok, hanno raggiunto un accordo per acquistare le attività del social media negli Stati Uniti. NBC News cita “una fonte con conoscenza diretta”, ma nessuna delle due società ha confermato l’accordo.

Ciò che è stato confermato, tuttavia, è che Microsoft è ufficialmente fuori dal gioco, come ha dichiarato la società di Redmond domenica sera.

Siamo certi che la nostra sarebbe stata una buona proposta per gli utenti di TikTok, e avremmo protetto gli interessi della sicurezza nazionale”, ha dichiarato Microsoft. “Per fare ciò, avremmo apportato modifiche significative per garantire che il servizio soddisfacesse i più elevati standard di sicurezza, privacy e lotta alla disinformazione, e abbiamo chiarito questi principi nella nostra dichiarazione di agosto. Aspettiamo di vedere come si evolverà il servizio in queste importanti aree”.

All’inizio di agosto Microsoft aveva confermato il suo interesse per l’acquisizione di TikTok, che le avrebbe garantito una partecipazione in uno spazio in cui finora non è stata in grado di competere. Neanche Oracle è presente in questo spazio, e rimane da capire perché un colosso che si occupa di gestione dei dati aziendali sia interessato a un social media di condivisione video rivolto al mercato consumer.

Nella corsa per acquistare la società cinese di social network è intervenuto anche il presidente Trump, che ha dichiarato che avrebbe vietato TikTok negli Stati Uniti per motivi di sicurezza nazionale.

In ogni caso, la scadenza per l’accordo era il 15 settembre, data che Oracle – se è davvero interessata a TikTok – ha rispettato.