Facebook utilizza un algoritmo per il suo News Feed, ma il CEO Mark Zuckerberg è alla ricerca di qualcosa di molto più grande: ciò che governa tutte le relazioni umane.

Sono molto interessato alle questioni che riguardano le persone”, ha detto iZuckerberg. “Sono anche curioso di sapere se c’è una legge matematica alla base delle relazioni sociali umane che governa l’equilibrio di chi e cosa ci sta a cuore”, ha detto. “Scommetto che esiste”.

Zuckerberg ha condiviso i suoi pensieri con il famoso fisico Stephen Hawking nel corso di una sessione Q&A che si è svolta ieri. Hawking aveva chiesto a Zuckerberg a quali grandi domande scientifiche vorrebbe dare una risposta.

Oltre alla legge che regola i rapporti sociali, Zuckerberg ha detto che è interessato a come funzionano il cervello e l’apprendimento funziona, e come si possono portare gli esseri umani a imparare “un milione di volte di più”.

In merito all’apprendimento, la sessione Q&A ha contribuito a spiegare il crescente interesse di Facebook nell’intelligenza artificiale. All’inizio di questo mese, Facebook ha aperto un centro di ricerca a Parigi dove proseguono le ricerche, avviate un anno fa, nel riconoscimento delle immagini basato su intelligenza artificiale, elaborazione del linguaggio naturale e le applicazioni di riconoscimento vocale. I ricercatori di Parigi collaboreranno su diversi progetti con i team di Menlo Park, in California, e New York.

Zuckerberg ha anche delineato la sua visione per il futuro della comunicazione, in cui le persone indosseranno i dispositivi di realtà aumentata, che permetteranno loro di inviare “pensieri” gli uni agli altri solo pensando a qualcosa. “E’ una tecnologia di comunicazione resa possibile dalle nuove esperienze immersive sviluppate attraverso la realtà virtuale”, ha dichiarato il CEO 31enne.