Da qualche giorno, effettuando una ricercca su Google, tra i risultati vengono mostrati anche tweet rilevanti alla query di ricerca impostata. Questa integrazione permetterà di distribuire i contenuti di Twtitter ben al di là della sua base di utenti attivi, e ha inoltre l’obiettivo di aggiungere un nuovo elemento real-time ai risultati di ricerca su Google.

Questo cambiamento era già stato annunciato nel corso dell’anno, ed è attivo da martedì per gli utenti americani che effettuano ricerche in lingua inglese con le app iOS e Android e nelle ricerche web effettuate da dispositivi mobile.

Una versione per le ricerche fatte da computer desktop sarà attivata a breve e la funzione sarà poi estesa ad altri paesi nelle settimane successive.

Google include link ai tweet rilevanti per la ricerca da molto tempo, ma con questa nuova integrazione verrà mostrato direttamente il contenuto del tweet in questione, incluse eventuali foto. Facendo clic sul link, il contenuto verrà mostrato all’interno di Twitter.

In alcuni casi, affinché compaiano i tweet è necessario che la chiave di ricerca includa i tipici simboli di Twitter, come l’hashtag (#) e il simbolo @ che identifica i nickname. Per esempio, cercando “Mad Men” non vengono mostrati tweet tra i risultati, mentre usando “#madmen” mostra una serie di tweet correlati alla omonima serie TV.

In altri casi le cose vanno diversamente. Cercando per esempio “Tailor Swift”, senza simbolo hashtag, vengono comunque mostrati diversi tweet tra I risultati.

Questa integrazione è inserita nella strategia di Google per cercare di raggiungere nuove fette di popolazione e aumentare la sua base di utenti. Gli sforzi dell’azienda sul fronte della syndication prevedono anche l’inclusione di contenuti Twitter sponsorizzati su altre app mobile, come per esempio Flipboard.