Stanno succedendo parecchie cose interessanti per quanto riguarda Firefox. Due nuove versioni del browser sono appena state rese disponibili, di cui una definitiva e una ancora in versione beta. La prima (Firefox 41) integra un buon quantitativo di aggiustamenti e migliorie, ma la sua novità più interessante è rappresentata dalla nuova funzionalità di messaggistica istantanea, mentre la versione in beta (Firefox 42) vanta un nuovo sistema di no-tracking che rende più difficile per i siti tenere traccia dell’attività online degli utenti.

Uno degli aspetti più interessanti di Mozilla Foundation continua a essere il concetto di “apertura” attorno a ogni sua release, tanto che la versione beta è disponibile per chiunque voglia “paciugarci” dentro, anche se bisognerà tenere conto di qualche asprezza e mancanza da sistemare.

Essendo da sempre sostenitori di Firefox, che pur non avendo più le percentuali di diffusione di alcuni anni fa continua a essere un ottimo browser, abbiamo provato entrambe le nuove versioni in ambiente Windows 7 e Windows 10 e, nel caso di Firefox 42, non abbiamo notato impedimenti tali da renderlo inutilizzabile nonostante si tratti di una release non ancora definitiva.

Per quanto riguarda la versione stabile, Firefox 41 espande le funzionalità di Hello, una feature di comunicazione video già introdotta in precedenza da Mozilla. Ora chi scarica la nuova release può utilizzare Hello per mandare e ricevere messaggi istantanei durante una videochiamata direttamente nel browser.

Firefox-42-Beta-Released

La cosa interessante è che chi risponde alla videochamata o ai messaggi non deve per forza farlo con Hello, ma può benissimo usare un altro browser come Chrome e Opera e accettare l’invito di chi utilizza Hello. Purtroppo questa nuova funzionalità è disponibile al momento solo sulle versioni desktop di Firefox 41, ma dovrebbe arrivare presto anche per quella mobile in versione Android.

Tra le altre novità di questa versione segnaliamo anche la possibilità di personalizzare il proprio account Firefox con foto e immagini e un miglioramento in fase di sincronizzazione, in modo da condividere dati come password, Preferiti e Cronologia su tutti i proprio device.

Firefox 42 punta invece tutto sulla privacy. La nuova versione del Private Browsing messa a punto da Mozilla blocca infatti elementi che potrebbero essere utilizzati per tracciare il comportamento online di un utente quando naviga. Ci riferiamo in particolare a contenuti, analisi, social tracker e altri servizi che potrebbero raccogliere dati personali senza che l’utente ne sia a conoscenza.

Questa funzionalità blocca anche alcune pubblicità, ma non è questo il suo scopo principale. Se infatti questi ad non contengono tracker, Firefox 42 li caricherà normalmente. Da segnalare anche un nuovo Control Center che offre un rapido accesso a tutte le impostazioni di sicurezza e privacy di Firefox.

Si tratta di una novità importante e significativa, visto che può rendere molto più semplice e veloce modificare queste impostazioni compiendo un solo passaggio. Infine, se alcuni siti non vengono caricati a causa della funzionalità no-tracking, Mozilla ha aggiunto un pulsante nella barra degli strumenti di Firefox 42 per disabilitare la funzione quando si raggiungono siti specifici.