Altri milioni di utenti hanno abbandonato i due browser di Microsoft (Edge e Internet Explorer) nel corso di settembre, in quello che può solo essere descritto come un vero e proprio collasso di Redmond nel settore dei browser desktop (e mobile va ancora peggio viste le percentuali sempre più basse di Windows Phone). Secondo Net Applications infatti l’utenza combinata di Edge e IE ha perso un ulteriore 1,9% nel mese scorso, finendo al 30,6% di user share.

Si tratta del sesto mese consecutivo in cui questo calo è stato pari o superiore al 1,9% e, da inizio 2016, i due browser hanno perso il 18% di mercato; nessun browser ha “sanguinato” così tanto e per così tanto tempo nello stesso arco temporale, se non forse Netscape Navigator negli anni ’90. Se il trend dovesse continuare su questo ritmo, alla fine dell’anno l’uso combinato di Edge e IE scenderà sotto il 25% di user share e sotto il 20% a marzo del prossimo anno.

msft-browsers-users-100685608-large-idge

La continua e inarrestabile discesa dei browser Microsoft

Facendo un rapido calcolo sul numero degli utenti e basandoci sui dati di Microsoft e della stessa Net Applications, a fine settembre Edge e IE erano utilizzati da circa 506 milioni di utenti, ovvero 33 milioni in meno rispetto a fine agosto. Inoltre, dal primo gennaio 2016 a oggi, i due browser Microsoft hanno perso approssimativamente 292 milioni di utenti.

Se fino a oggi il calo dei due browser di Microsoft ha favorito immensamente Chrome, il mese scorso non è andata proprio così. Il browser di Google infatti ha guadagnato rispetto ad agosto solo lo 0,4% attestandosi al 54,4% del mercato. A beneficiare del calo di Edge e IE è stato invece Firefox, le cui performance da inizio anno sono state a dir poco deludenti. Eppure a settembre il browser di Mozilla ha guadagnato l’1,5% di utenti, una crescita che non si vedeva dal novembre del 2008 e che ha portato Firefox il mese scorso a raggiungere il 9,2% di user share.

Ricordiamo che il crollo di Internet Explorer ha avuto inizio quando, a inizio anno, Microsoft ha deciso di terminare il supporto per tutte le versioni precedenti alla 11. Ciò ha portato milioni di utenti ad aggiornare la loro versione di IE o a passare a Edge, ma la maggior parte ha preferito cambiare completamente browser, iniziando così a riversarsi in massa su Chrome. E questi sono i risultati.