Microsoft ha iniziato a promuovere il suo nuovo browser Edge utilizzando il motore di ricerca Bing, adottando una pratica spesso usata dai rivali. Come Google Chrome e Mozilla Firefox sono state spinti dai motori di ricerca Google e Yahoo, Edge ora viene promosso come “il browser migliore” quando gli utenti di Windows 10 ricercano quelli dei due concorrenti su Bing.

La prima parte della campagna di promozione viene visualizzata quando gli utenti di Windows 10 che usano Edge come browser cercano “Chrome” attraverso il motore di ricerca Bing. In cima ai risultati Bing pone un piccolo banner nero con la scritta “Microsoft consiglia Microsoft Edge per Windows 10”, insieme a un pulsante “Scopri perché” che indirizza l’utente a una pagina dedicata. Lo stesso accade quando un utente cerca “Firefox” su Bing, mentre la ricerca di “Opera” non attiva il banner.

Microsoft utilizza il banner anche quando gli utenti Windows 10 usano Internet Explorer 11 (IE11) – che è in bundle con il nuovo sistema operativo a fianco di Edge – per cercare “Firefox” o “Chrome” attraverso da Bing.

La seconda parte della promozione riguarda le ricerche fatte da utenti Windows 10 che eseguono Chrome o Firefox. In questi casi, cercando uno di questi due browser attraverso Bing appare il messaggio di lettura, “Try the browser for Bing & Windows 10. Microsoft Edge is here. Go now”.

When Windows 10 users running Edge search for 'chrome' on Bing, they see a last-ditch banner that hopes to make them hesitate and abandon their download plans.

Quando gli utenti Windows 10 cercano ‘chrome’ su Bing, appare un messaggio che li invita a scoprire perchè vale la pena restare su Edge

Con i banner, Microsoft sembra fare un ultimo disperato tentativo per fermare il passaggio da Edge a Chrome o Firefox. L’impatto immediato di questa promozione può essere discutibile (presumibilmente coloro che cercano un’alternativa hanno già deciso di scaricare e installare un altro browser), ma forse Microsoft vuole semplicemente insinuare il dubbio nella mente degli utenti, sperando che tornino a Edge se sono insoddisfatti della loro nuova scelta.

Nessuno di questi sforzi promozionali è fuori dal comune per un provider di ricerca con un interesse nello spingere un particolare browser. La novità è che Microsoft non l’ha mai fatto.

Poiché Internet Explorer ha dominato a lungo lo spazio del browser, ed è ancora utilizzato dal 52% degli utenti, Microsoft non ha mai avuto interesse a promuoverlo attraverso Bing. Ma con Edge è diverso, perché si parte da zero.

Recenti rilevazioni di terze parti hanno suggerito che Edge è utilizzato da una minima parte degli utenti che hanno installato Windows 10. Secondo Net Applications, per esempio, il mese scorso Edge è stato utilizzato dal 39% di tutti gli utenti di Windows 10. Un’altra società di analisi, StatCounter, che rileva l’attività online, piuttosto che una stima del numero di utenti che eseguono un browser specifico, ha rilasciato valori ancora più bassi per Edge: è stato utilizzato solo dal 14,5% di tutti gli utenti Windows 10 che sono stati online negli ultimi sette giorni di agosto.

Se questi numeri sono esatti, non sorprende che Microsoft stia promuovendo Edge attraverso il suo motore di ricerca.