Microsoft: nuove deadline per Edge Legacy e Internet Explorer 11

Edge Legacy

Microsoft ha fissato le date per mandare in pensione Internet Explorer (IE) e per terminare il supporto di sicurezza del browser Edge originale. Nessuno degli annunci è stato inaspettato. Microsoft ha ridotto IE (in particolare l’edizione finale IE11) a uno stato di second’ordine più di quattro anni fa, quando ha interrotto lo sviluppo del browser. E una volta che Microsoft ha rilasciato una versione stabile del suo Edge sviluppato con le tecnologie del progetto open source Chromium, era solo questione di tempo prima che la società eliminasse la versione legacy di Edge (che risale ormai a cinque anni fa).

Ironia della sorte, la scure di Microsoft sarà il più leggera su IE11: solo la capacità del browser di connettersi con le applicazioni e i servizi di Microsoft 365 sarà infatti influenzata dalle scadenze imminenti.

Ecco cosa succederà e quando.

  • L’app Web di Teams smetterà di supportare IE11 a partire dal 30 novembre.
  • Tutte le restanti app e servizi di Microsoft 365 non supporteranno più IE11 a partire dal 17 agosto 2021
ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

IE11 potrebbe comunque continuare a connettersi e operare su app come Team e servizi come SharePoint, oltre le scadenze stabilite. La fine del supporto si tradurrà invece in un graduale declino della funzionalità. “Dopo le date di cui sopra, i clienti avranno un’esperienza ridotta o non saranno in grado di connettersi alle app e ai servizi di Microsoft 365 su IE11”, ha scritto Microsoft. “Le nuove funzionalità di Microsoft 365 non saranno disponibili o alcune funzionalità potrebbero cessare di funzionare quando si accede all’app o al servizio tramite IE11”.

Anche se la vaga spiegazione confonderà immediatamente i clienti (IE11 si connetterà all’app o no?), è in linea con il modo in cui Microsoft definisce tipicamente la fine del supporto. Tuttavia, un momento di chiarezza è arrivato quando Microsoft ha confermato che il limite si applica anche alla modalità IE integrata in Chromium Edge. “L’utilizzo della modalità Internet Explorer nel nuovo Microsoft Edge non aiuterà a estendere l’accesso a IE 11”, ha affermato Microsoft. Ciò ha senso, poiché ciò che la modalità IE fa è richiamare siti designati utilizzando il motore Trident di IE anziché Chromium di Edge.

Il vecchio Edge diventa rischioso a marzo

Il secondo annuncio si è concentrato sulla versione originale di Edge del 2015, che Microsoft ha etichettato come Legacy per separarla da quella più recente basata su Chromium.

Ecco cosa e quando succederà a Edge Legacy:

  • Il browser 2015 riceverà il suo aggiornamento di sicurezza finale il 9 marzo 2021

Questa scadenza porta più certezza. Dopo tale data, tra poco meno di sette mesi, le vulnerabilità trovate o segnalate in Edge Legacy non verranno corrette da Microsoft. Il browser continuerà a funzionare come prima, ma eseguirlo comporterà alcuni rischi poiché gli utenti non sapranno se esistono difetti non corretti che i criminali potrebbero sfruttare.

“Ora che abbiamo distribuito il nuovo Microsoft Edge e aggiornato la maggior parte dei nostri clienti Windows 10 al nuovo browser, terminiamo il supporto per Edge Legacy”, ha affermato Microsoft. A giugno, Microsoft ha iniziato a sostituire Edge Legacy con Chromium Edge su alcuni PC, evitando però quelli basati su Windows 10 Enterprise, Windows 10 Education e Windows 10 Workstation Pro, nonché i dispositivi che eseguono Home o Pro gestiti dall’IT dell’organizzazione.

Microsoft ha citato il fatto di aver “aggiornato la maggior parte dei nostri clienti Windows 10 al nuovo browser” come motivo per annullare il supporto di sicurezza di Edge Legacy. I clienti che utilizzano Edge Legacy e che non sono stati aggiornati automaticamente da Microsoft a Chromium Edge (ad esempio una società che si affida a Windows 10 Enterprise) dovranno adottare un browser diverso entro il 9 marzo 2021, per evitare una navigazione web potenzialmente rischiosa. Naturalmente, Microsoft vuole che quei clienti passino a Chromium Edge. A tal fine, Microsoft offre assistenza FastTrack gratuita ai clienti con 150 o più licenze di Windows 10 Enterprise a pagamento.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!