Google ha modificato il suo logo un paio di volte dalla sua fondazione 16 anni fa, ma mai in modo così radicale. L’azienda di Mountain View ha presentato il nuovo look sul suo blog ufficiale, spiegando che aveva bisogno di un nuovo design che fosse visualizzato nel modo corretto su tutta la moltitudine di piattaforme e dispositivi in cui si può incontrare. Si vede a colpo d’occhio la somiglianza con il design che caratterizza Alphabet, la nuova società di Google.

Google è l’ultima grande azienda di tecnologia a passare attraverso un rebranding: anche Microsoft, Yahoo, eBay, per esempio, hanno modificato il loro logo scegliendo look più colorati e accoglienti.

Attraverso il blog Google Design, la società entra nel dettaglio su questo cambiamento. Il logo è stato elaborato per essere compatibile con il linguaggio di design della società, Material Design. Oltre al nuovo logo “Google”, per cui è stato scelto un font sans serif, ovvero senza grazie, il team di progettazione ha anche messo a punto un’icona “G” e icone che rappresentano puntini fluttuanti per gli inevitabili tempi di attesa che si incontrano tra i diversi prodotti Google.