Mettere online un sito WordPress non è certo l’operazione più difficile a questo mondo, eppure richiede un minimo di attenzione e necessita soprattutto di conoscere i passi giusti e quelli sbagliati per ridurre al minimo eventuali problemi. Abbiamo così raccolto alcuni suggerimenti per eseguire questa operazione nel migliore dei modi iniziando proprio dalle cose che è meglio evitare.

Sbagliato

Zippare il tema e utilizzare lo strumento importa/esporta di WordPress

Questo è sbagliato per svariate ragioni. Perderete tutti i vostri plugin e le configurazioni dei temi, scompariranno i menu, la directory degli upload e molto altro ancora. Questo passaggio può andare anche bene quando state installando un tema acquistato per contenuti demo ma non per un vero e proprio sito.

Usare un plugin per il backup e l’importazione di contenuti

Questo passaggio è meno dannoso, ma rimane comunque poco affidabile. Plugin come XCloner funzionano bene e sono ricchi di funzionalità, ma almeno che l’utente sul versante client non stia già utilizzando un plugin simile, che senso ha ricorrervi? Se mai è preferibile avere il pieno controllo su tutti i dettagli ed essere sicuri che ogni azione sia eseguita nel modo corretto. Ci sono poi tanti altri plugin, ognuno con una percentuale più o meno alta di successo, ma si rischia di andare incontro a problemi come timeout dei server, restrizioni sulle dimensioni dei file, problemi di permessi e altro ancora. Non è meglio evitare tutti questi mal di testa?

Giusto

La cosa più corretta da fare, soprattutto quando bisogna migrare tra domini diversi (per esempio da dev.newsite.com a www.newsite.com), è affidarsi quasi interamente alla sempre fidata modalità manuale.

Fare un backup di tutto

Per prima cosa eseguite un backup complete prima di iniziare il procedimento. Meglio farlo tramite SSH, zippare l’intera web directory ed eseguire un dump del database:

$ tar -zcf preLaunch.tar.gz /path/to/web/
$mysqldump -u username -p database_name > preLaunch.sql

Se è necessario, esportate il database da PhpMyAdmin e copiate la web directory tramite FTP.

Sistemare gli ultimi dettagli

  • Assicuratevi di aver creato un utente con accesso da Amministratore per il client che non è presente nel vostro account.
  • Rimuovete ogni plugin che non serve e aggiornate tutto quello che è invece necessario.
  • Cancellate tutte le pagine e i contenuti demo.
  • Assicuratevi di aver rimpiazzato i vostri indirizzi email di test nelle impostazioni generali.

Passate dal nome di dominio al nome di produzione

Attenzione: una volta che avete seguito questo passaggio, non potrete più raggiungere il sito in ambiente dev fino a quando non modificherete il file hosts.

Sebbene questo passaggio possa essere fatto manualmente, si può utilizzare in alternativa un plugin che rende il tutto molto più semplice e immediato. Go Live Update URLS prende un URL e lo rimpiazza con uno nuovo in ogni tabella del database. Consigliamo di acquistare per 35 dollari la versione PRO di questo plugin, dal momento che andrà alla ricerca dei dati JSON e aggiornerà l’URL anche al loro interno. Una volta che avete installato il plugin, inserite il vecchio URL e quello nuovo. Penserà a tutto Go Live Update URLS.

Modificare il file hosts per riguadagnare l’accesso

Modificando il file hosts del vostro PC, potete cambiare l’indirizzo IP a cui fa riferimento il nome di dominio. Se per esempio il vostro sito dev ha come IP 1.2.3.4, potete dire al PC di cercare www.newsite.com allo stesso indirizzo anche se il vero IP sarà diverso (basta digitare 1.2.3.4 www.newsite.com nel file hosts). Ciò vi permette di avere un’anteprima del nuovo sito prima di mandarlo online e di correggere eventuali problemi che potrebbero emergere prima della messa online definitiva.

Trasferire il sito sul nuovo server

Per fare ciò basta di solito l’FTP, ma volendo potete ospitare gli asset in un luogo accessibile ed eseguire un wget sul nuovo server per scaricare i file.

Configurazione finale

A questo punto unzippate i file del sito e importate lo script del database nel nuovo ambiente.

$ tar -zxf Launch.tar.gz
$mysql -u username -p database_name < Launch.sql

Aprite il file wp-config.php e aggiornate le impostazioni della connessione del database per l’utilizzo sul nuovo server. Infine assicuratevi che il proprietario e il gruppo dei file e della directory siano corretti:

$ chown -R username:group /path/to/web/