La maggior parte dei professionisti IT conosce bene e utilizza LinkedIn, il social network orientato al lavoro. Eppure una grande percentuale di lavoratori fa fatica a tirare fuori il meglio dal più grande social network professionale al mondo. “LinkedIn è probabilmente la piattaforma più sottoutilizzata al mondo” afferma B. Bonin Bough, vicepresidente Global Media e Consumer Engagement di Mondelez International, una multinazionale di snack food.

Abbiamo così chiesto direttamente a LinkedIn alcune dritte per i CIO, i dirigenti IT e altre figure professionali che vogliono distinguersi su questa piattaforma. Ecco i sei consigli per riuscirci direttamente da LinkedIn.

1) Fate risaltare il vostro profilo LinkedIn

Tutto parte dal vostro profilo, il punto di inizio dove LinkedIn vi offre l’occasione per fare la giusta impressione e attrarre le opportunità più significative e rilevanti. Un profilo confuso e mal fatto significa che il vostro nome potrebbe non apparire nelle ricerche e che potreste mancare l’appuntamento con opportunità importanti e con l’ingresso nella rete di contatti, accordi e discussioni lavorative.

Non dovete però affrontare tutto questo processo in una volta sola. LinkedIn vi incoraggia a costruire il vostro profilo tramite tanti piccoli passaggi. “Aggiungere al profilo una vostra foto, una presentazione convincente, un sommario di 40 parole o più, le vostre capacità ed esperienze serve come valido punto di partenza”, fa notare LinkedIn.

Potete apportare modifiche al vostro profilo utilizzando l’app mobile di LinkedIn o attraverso una nuova procedura guidata che è stata implementata da poco assieme a una serie di funzionalità desktop per i profili. Inoltre potete incrementare la vostra esposizione online aggiungendo un’immagine di sfondo e dettagli su eventuali certificazioni ottenute e sulle organizzazioni che supportate. Ogni vostra azione aiuta a rendervi più visibili alle centinaia di milioni di professionisti su LinkedIn.

2) Non siate timidi su LinkedIn

Un social network lavorativo non è un luogo in cui essere timidi. Secondo LinkedIn “la rete di collaborazioni è fondamentale per la vostra carriera. Le persone tendono a trasformarsi da farfalle “sociali” nella loro sfera personale a esseri asociali in ambito lavorativo”.

linkedin 2

Non abbiate paura ad assillare altri professionisti e non esitate a contattare persone con cui non parlate da diverso tempo. LinkedIn sostiene che la sua app Connected può aiutarvi a trovare il momento più appropriato per entrare in comunicazione con altri utenti. Cambi di lavoro, una citazione nelle news e incontri recenti rappresentano occasioni ideali per raggiungere lo scopo.

3) Entrate in un gruppo di LinkedIn per costruirvi una reputazione

LinkedIn sostiene che i gruppi possano essere un’utile risorsa e un luogo ideale per scambiare informazioni con altri professionisti. Oggi esistono più di due milioni di gruppi ed è proprio LinkedIn a incoraggiare i suoi utenti a utilizzare questo strumento per espandere le loro reti di conoscenze tra i professionisti del loro stesso settore, per costruirsi una reputazione da leader e trovare soluzioni alle sfide che devono affrontare. Sempre secondo LinkedIn “le persone che partecipano a conversazioni sui gruppi hanno cinque volte la possibilità di far vedere i propri profili all’esterno del loro network, cosa che potrebbe sfociare in un maggior numero di opportunità”.

4) Tenete sotto controllo chi osserva il vostro profilo

La vanità può rivelarsi un prezioso tratto caratteriale su LinkedIn, soprattutto se tenete sotto controllo chi osserva il vostro profilo e quando ciò avviene. Sono anni che LinkedIn permette agli utenti di controllare chi stia guardano il loro profilo, ma oggi potete anche rendervi conto di quali siano le azioni che legano di più voi e i vostri “spettatori”.

“Pensate a chi osserva il vostro profilo come ad agganci per potenziali assunzioni, a connessioni e persino a opportunità di carriera”, dice LinkedIn. Va da sé che questo tipo di rapporto è duplice e LinkedIn consiglia di tenere aperte le impostazioni per la vostra visibilità in modo che altri utenti possano vedere quando voi osservate altri profili. “È un ottimo modo per catturare l’attenzione di un responsabile delle assunzioni o di un selezionatore, per mostrare a un cliente che vi state preparando in vista di un meeting importante o per generare preziosi agganci”, afferma sempre LinkedIn.

linkedin 3

5) Sforzatevi di mantenere focus e qualità

Non riceverete nessun premio da LinkedIn se accumulerete contatti su contatti e quindi non focalizzatevi sul numero di persone nel vostro network. Pensate più che altro a costruire una rete di qualità fatta di professionisti che conoscete, rispettate e che possano garantire per voi”, dice LinkedIn.

Un invito di LinkedIn da parte di uno sconosciuto può rivelarsi fastidioso proprio come un’interruzione inaspettata. Se avete la necessità di mettervi in contatto con qualcuno con cui non avete mai lavorato, LinkedIn consiglia prima di capire il modo in cui potreste conoscervi o individuare contatti in comune. Conviene insomma prima scoprire qualche elemento che entrambi condividete (contatti, interessi, background) e in seguito formulare un invito nel giusto contesto che vi possa far risaltare.

6) Mostrate la vostra vera natura su LinkedIn

“La vostra identità professionale non si misura solo da quanto avete fatto”, prosegue LinkedIn, “ma anche da come pensate e da cosa sapete”. La piattaforma di self-publishing di LinkedIn non vi incoraggia solo a mettere in mostra i vostri specifici settori di competenza, ma anche a costruirvi una vostra identità ben distinta, che potrà anche non svilupparsi completamente dal giorno alla notte, ma che rimane il modo migliore per farvi conoscere rimanendo fedeli alla vostra vera natura. Pubblicare post è un modo eccellente per mettere in mostra le vostre conoscenze professionali, farvi vedere come leader accorti nel vostro ramo lavorativo e anche far risaltare alcuni dei progetti più interessanti sui quali la vostra azienda sta lavorando.