I SoC Atom Cherry Trail stanno arrivando e se cercavate un tablet con un cuore Intel il futuro si preannuncia molto interessante. Abbiamo avuto modo di provare il primo tablet Cherry Trail, un prototipo da 8’’ con sistema operativo Android e diversi giochi e app installati; a risaltare sono state soprattutto le prestazioni grafiche.

Il videogioco di corse Real Racing 3 ci ha messo un po’ per caricarsi, ma una volta avviato la fluidità è stata eccellente. Giocato su un Asus Transformer Book T100 con processore Bay Trail, questo gioco faticava non poco, ma con Cherry Trail il miglioramento è evidente fin da subito.

Il tablet, che integra USB 3.0, HDMI e ingresso audio da 3,5 mm, non era connesso a Internet e quindi non abbiamo potuto testare la velocità del Wi-Fi e del caricamento delle applicazioni cloud, ma tutte le altre app si sono aperte velocemente. I primi tablet Cherry Trail, che offriranno anche la ricarica senza fili e lo streaming diretto su TV e schermi grazie alla tecnologia Wi-Di, saranno disponibili con display da 7’’ fino a 10’’ e i prezzi dovrebbero partire da circa 120 dollari fino ai 500 dollari per i modelli di punta. A produrli e a lanciarli sul mercato nella prima parte dell’anno saranno inizialmente Asus, Lenovo, Acer, Dell, Toshiba e Hewlett-Packard.

I chip Cherry Trail, che succedono a quelli Bay Trail risalenti ormai a due anni fa, troveranno posto anche in alcuni PC e la stessa Microsoft ne ha utilizzato uno per il suo visore di realtà aumentata HoloLens mostrato a inizio anno. Cherry Trail offrirà prestazioni grafiche doppie rispetto a quanto visto con i chip Bay Trail, mentre per quanto riguarda la velocità della CPU e l’autonomia Intel ha fatto capire che ci saranno miglioramenti minimi rispetto alla precedente generazione di SoC.

Da segnalare anche che i tablet Cherry Trail dovrebbero essere più sottili grazie al processo di produzione del chip a 14 nanometri. Resta solo da vedere quanto potranno vendere questi nuovi tablet. È vero infatti che lo scorso anno sono stati venduti 40 milioni di tablet con chip Intel, ma è altrettanto vero che questo mercato sta rallentando (persino per Apple) e quindi la novità Cherry Trail potrebbe non bastare a Intel per ripetere i numeri del 2014.