Surface Studio è l’All-in-One Microsoft per i creativi

Ampio display touch, innovativo sostegno per un utilizzo da tavolo da disegno, hardware potente e prezzi impegnativi. Ecco Surface Studio, il PC All-in-One di Microsoft pronto a sfidare l’iMac.

trasformazione digitale

Sono stati numeri gli annunci fatti ieri iala Microsoft nel corso del Windows 10 Event. Il più atteso era sicuramente quello di un nuovo dispositivo Surface All-in-One che si è infatti concretizzato nella presentazione del Surface Studio, un desktop AiO innovativo rivolto per lo più a creativi e grafici che va a sfidare direttamente l’iMac di Apple pur offrendo diverse funzioni in più.

Stiamo parlando innanzitutto di un All-in-One con display touch da 28’’ spesso poco più di un centimetro in formato 3:2 (tipico di tutti i Surface) e con una risoluzione di 4.500 x 3.000 pixel, che corrisponde a una densità di ben 192 DPI. Non mancano poi il supporto alla Surface Pen, la stessa già proposta da Microsoft per Surface Pro 4 e Surface Book, e un sostegno brevettato dalla stessa Microsoft per reclinare il display quasi completamente, in modo da trasformare il PC in un vero e proprio tavolo da disegno.

surface_studio_overview_2_herofullbleed_v1

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Caratteristiche che, assieme alle specifiche hardware (tutti i componenti sono racchiusi nella base inferiore), rendono però il Surface Studio un PC decisamente costoso e alla portata di pochi, visto che il prezzo americano parte da 2.999 dollari per la configurazione base e arriva a 4199 dollari per il modello più potente. In fase di acquisto è possibile scegliere tra processore Intel Core i5 e i7 di sesta generazione, 8, 16 o 32 GB di RAM DDR4, scheda grafica Nvidia GeForce GTX 965M con 2 GB VRAM GDDR5 o GTX 980M con 4 GB e 1 o 2 TB di storage ibrido. Da segnalare anche una fotocamera frontale che supporta la funzionalità di accesso biometrico Windows Hello, quattro porte USB 3.0 e Wi-Fi ac.

La vera chicca di Surface Studio è però Surface Dial, un piccolo accessorio opzionale da 99 dollari da appoggiare sulla scrivania o direttamente sul display che permette di interagire con testi e immagini zoomando, sfogliando le pagine, scegliendo i colori per un disegno e permettendo di eseguire molti altri comandi in maniera molto pratica e veloce. Per ora il Surface Studio è in preordine solo negli USA e sarà disponibile sul mercato americano dal 15 dicembre, mentre non si sa ancora nulla su una sua commercializzazione in Italia.