Sorpasso storico: in Germania AMD supera Intel

I dati di un importante e-tailer tedesco testimoniano come ad agosto AMD abbia superato (e non di poco) Intel nella vendita di processori singoli.

amd ryzen

Anche se i dati si riferiscono alle vendite del solo sito Mindfactory.de, che però è tra gli ecommerce tedeschi più rappresentativi per quanto riguarda l’informatica e i componenti hardware*, la notizia è di quelle interessanti e inattese. Ad agosto infatti su Mindfactory.de AMD ha superato per la prima volta Intel come vendite di processori, chiudendo il mese con il 56,1% del mercato rispetto al 43,9% di Intel.

Mindfactory.de si posiziona tra i primi cinque/sei ecommerce per quanto riguarda informatica, elettronica e tecnologia in base ai dati rilevati da ibusiness.de nel 2015 e dall’EHI Retail Institute nel 2016. Tra gli ecommerce che lo precedono si trovano però siti come Apple.de o Medion.com che non vendono componenti, e MediaMarkt.de (Media World) per il quale l’informatica rappresenta solo una porzione del fatturato.

È anche vero però che molte CPU vengono vendute da ecommerce generalisti, Amazon sopra tutti, in volumi che non è dato sapere. Il dato, insomma, non riflette in alcun modo le quote di mercato, ma è indicativo dell’orientamento dei clienti di un importante sito specializzato nella componentistica hardware.

Un risultato impensabile già fino allo scorso anno, tanto che a marzo AMD doveva accontentarsi del 27,6% contro il 72,4% di Intel. Crescita che però è partita già ad aprile proprio con l’arrivo sul mercato dei primi processori Ryzen 7, 5 e 3. È solo ad agosto che si è avuto lo sprint definitivo e più corposo. IIl Ryzen più venduto in assoluto sul Mindfactory risulta il 5 1600, modello di fascia media che evidentemente ha fatto breccia negli utenti tedeschi per un rapporto qualità-prezzo davvero invidiabile (oggi si trova online anche a 200 euro).

AMD

Colpisce invece notare come il processore più venduto di Intel (con più della metà del totale) sia il Core i7-7700K della famiglia Kaby Lake, modello di fascia più alta che costa circa 150 in più del Ryzen 5 1600. Dai dati sembra insomma che per PC non particolarmente potenti la preferenza vada ad AMD, mentre per le configurazioni più spinte si preferisca Intel.

Tra l’altro i dati relativi alla superiorità del 7700K di Intel vanno avanti da marzo, segno che questo processore ha incontrato da subito il favore degli utenti. Anche i primi benchark del Core i7 8700K sono molto positivi. Lo stesso può dirsi del Ryzen 5 1600, modello che da aprile ad agosto è sempre stato in cima alle vendite di AMD. La classifica però non tiene ancora conto dei Ryzen ThreadRipper, disponibili solo da pochissimo, e c’è da scommettere che a fine settembre AMD allungherà ulteriormente il passo nei confronti dello storico rivale.

* Aggiornamento 15 settembre 2017: una prima versione dell’articolo indicava Mindfactory.de come “il principale e-tailer tedesco”. Abbiamo corretto l’informazione errata, aggiunto i dati sulla sua effettiva posizione nel mercato online tedesco e alcune considerazioni sulla sua rappresentatività per quanto riguarda i componenti hardware. Ci scusiamo con i lettori e con le aziende coinvolte per l’imprecisione.