Intel ha annunciato nelle scorse il processore per server Xeon E7-8894 v4 basato su architettura Broadwell, che con un prezzo di listino di ben 8.898 dollari (tasse escluse) è il modello di gran lunga più costoso della famiglia Xeon dopo l’E7-8890 v4 con i suoi circa 7.000 dollari di prezzo, ma anche il più potente e tra i più “dispendiosi”, visto che il TDP è di 165 watt.

Al suo interno troviamo 24 core con Hyper-Threading che operano a frequenza di 2,2/3,4 GHz e ben 60 MB di cache. Secondo Intel questo nuovo processore è fino a 3,7 volte più veloce rispetto al Xeon E7-8870 a 10 core e fino al 50% più veloce dell’E7-8890 v3, chip con 18 core della famiglia Haswell anch’esso con TDP di 165 watt.

Xeon E7-8894 v4

Come sottolinea Intel nel comunicato stampa e come si può capire dal prezzo di vendita e dalle specifiche tecniche, lo Xeon E7-8894 v4 è una CPU enterprise per applicazioni mission critical, ma anche per la gestione di un’elevata mole di dati legata a grandi database e di processi in-memory analytics e transazioni online.

Il controller memoria integrato permette inoltre di gestire fino a un massimo di 24 TB di memoria utilizzando 8 di questi processori in un singolo sistema. Insomma, un processore dalle prestazioni super e ideale per molti ambiti applicativi che richiedono sempre più potenza e affidabilità, anche se Intel dovrà guardarsi dall’imminente ritorno nel mercato server/data center di AMD, attesa nel secondo trimestre dell’anno con la piattaforma Naples basata su CPU Zen che integrerà un massimo di 32 core e 64 thread.