Intel lancia quattro nuovi processori Cascade-X a prezzi interessanti

Intel ha annunciato i chip Cascade-X di prossima generazione a prezzi decisamente più abbordabili rispetto a quelli degli Skylake-X di due anni fa. Arriveranno sul mercato a novembre a partire da 590 dollari.

Cascade-X

Due anni dopo che ha lanciato i suoi processori gaming di fascia alta della serie Skylake-X a prezzi stratosferici, Intel ha annunciato i chip Cascade-X di prossima generazione a prezzi decisamente più abbordabili, sempre se per abbordabile intendete il prezzo di un iPhone 11 Pro. Infatti, rispetto al suo predecessore da 1999 dollari, il nuovo chip top di gamma Intel Core i9-10980XE Extreme Edition a 18 core è decisamente più economico a 979 dollari, mentre il Core i9-10900X a 10 core si ferma a 590 dollari.

adv
Investimenti Oracle NetSuite

Prendere decisioni strategiche informate grazie a Business Intelligence e Analytics

Una piattaforma di BI e Analytics deve offrire ai decision maker tutti gli strumenti necessari per migliorare l'efficienza e individuare nuove opportunità prima della concorrenza. Presentiamo una serie di preziose risorse e ricerche in Pdf per approfondire questo argomento da un punto di vista tecnico e strategico. SCARICA LE GUIDE >>

Intel ha precisato che questi e altri nuovi processori Cascade Lake-X saranno in vendita a novembre, dopo aver parlato originariamente di ottobre. È lo stesso mese tra l’altro in cui AMD prevede di lanciare i suoi nuovi chip Threadripper. Non sappiamo ancora quanto costeranno i nuovi Threadripper o se AMD risponderà alle mosse di Intel con le proprie riduzioni di prezzo, ma è chiaro che la concorrenza sta iniziando ad aiutare a ridurre i prezzi nella fascia alta del mercato dei PC.

Intel sta pubblicizzando i suoi nuovi chip serie X come perfetti per creativi e utenti enthusiast, con funzionalità che si estendono dal supporto per il Wi-Fi AX200 o (Gig+) alle istruzioni Intel Deep Learning (DLBoost) per AI, passando per Thunderbolt 3 e supporto SSD Optane 905P. Tutti i nuovi processori avranno 48 corsie PCI Express e un totale di 72 incluso il chipset.

I nuovi chip Cascade Lake-X utilizzano lo schema di numerazione a cinque cifre di decima generazione della famiglia Comet Lake, ma in realtà non sono chip Core di decima generazione. In effetti, non c’è una “generazione” collegata ai chip della serie X secondo una portavoce di Intel. La pagina web della serie X in precedenza includeva elenchi generazionali, ma è stata Intel stessa a parlare di errore. In altre parole per i chip della serie X i numeri di modello non significano molto.

Questi nuovi processori si segnalano comunque per una combinazione intrigante di prestazioni e opzioni di base. Tutti offrono diverse configurazioni turbo: una velocità Turbo Boost 2.0 per qualsiasi core, la frequenza Turbo Boost 3.0 per la velocità di un core preferito e una velocità turbo all-core per le velocità turbo che ogni core raggiungerà sotto un carico multithread sostenuto, come lo strumento di rendering di immagini di Maxon. Intel ha introdotto la tecnologia Turbo Boost Max 3.0 come parte dei processori Cascade Lake-X; funziona in pratica scegliendo un core più ottimizzato degli altri per fargli raggiungere velocità di clock più elevate.

I nuovi chip inoltre sono tutti sbloccati e in generale minore è il numero di core acquistati, maggiore è la velocità di clock fornita da Intel. Eccoli tutti i modelli nel dettaglio:

  • Core i9-10980XE Extreme Edition: 18 core/36 thread, Base 3.0GHz (Turbo 2.0: 4.6GHz, Turbo 3.0; 4.8GHz); 979 dollari
  • Core i9-10940X: 14 core/28 thread, Base 3.3GHz (Turbo 2.0: 4.6GHz, Turbo 3.0: 4.8GHz); 784 dollari
  • Core i9-10920X: 12 core/24 thread; 3,5 GHz di base (Turbo 2.0: 4.6GHz, Turbo 3.0: 4.8GHz); 689 dollari
  • Core i9-10900X: 10 core/20 thread; 3,7 GHz di base (Turbo 2.0: 4.5GHz; Turbo 3.0: 4.7GHz); 590 dollari

I nuovi chip potranno essere overcloccati utilizzando Performance Maximizer di Intel, mostrato recentemente al Computex. Sebbene riproduca alcune delle stesse funzionalità di altre utility di ottimizzazione, Performance Maximizer è uno strumento per overcloccare il processore con la massima facilità possibile Intel non a caso parla di “One Touch”).

Continueremo a non conoscere le prestazioni effettive dei nuovi processori fino a quando non li testeremo, ma Intel afferma che i core della serie X sono più veloci del 7% rispetto alla generazione Skylake-X nel rendering 3D (14% più veloce di PC di tre anni fa) e due volte più veloce della generazione precedente misurando le prestazioni in immagini al secondo. Tenete presente che tutto ciò è accelerato dalla tecnologia Intel DLBoost, che non esisteva tre anni fa.