I chip desktop di 11a generazione Intel Rocket Lake nel Q1 2021

Con i ben noti problemi di produzione a 7nm ancora da risolvere, i nuovi Rocket Lake potrebbero essere i chip Intel attorno al quale costruire un nuovo PC desktop.

rocket lake

Intel ha annunciato che i suoi processori desktop di 11a generazione, Rocket Lake, saranno disponibili durante il primo trimestre del 2021. Lo ha confermato John Bonini, vicepresidente di Intel e direttore generale del Client Computing Group di Intel per desktop, workstation e gaming. “Sono inoltre lieto di confermare che i processori desktop Intel Core di 11a generazione arriveranno nel primo trimestre del 2021 e forniranno supporto per le specifiche PCIe 4.0. Sarà un processore estremamente potente e riveleremo maggiori dettagli nel prossimo futuro. Rimanete sintonizzati!”, ha scritto Bonini.

Si suppone che la famiglia di processori Rocket Lake sia l’ennesimo “residuo” del vecchio processo di produzione a 14 nm di Intel, con però fino a otto core a disposizione. Il mese scorso Intel ha lanciato Tiger Lake, i primi suoi processori mobile di undicesima generazione. I chip utilizzano la tecnologia proprietaria SuperFIN per garantire prestazioni sorprendenti. Le spedizioni di questi processori inizieranno a ottobre, hanno confermato Intel e i suoi partner.

Intel sta quindi saltando la versione desktop di Tiger Lake? Non lo sappiamo. Intel non ha detto quando verranno fornite le versioni desktop di Tiger Lake, o se verranno fornite. In genere Intel lancia una versione mobile di una nuova architettura del processore in autunno, seguita dal lancio di una versione desktop nel corso della primavera. La versione desktop dei processori Kaby Lake è stata lanciata da Intel nel gennaio 2017, dopo che ad agosto dell’anno precedente (e quindi cinque mesi prima) era stata la volta dei Kaby Lake mobile.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

natuaral language processing

Con il lancio di Tiger Lake più tardi del previsto, potrebbe darsi che Intel abbia ritenuto fosse giunto il momento di recuperare il terreno perso. Una pandemia globale, lo stato di incertezza delle fiere mondiali e i problemi di produzione di Intel avranno inevitabilmente conseguenze sulla sua roadmap.

Non a caso Intel ha annunciato a luglio un ritardo di almeno sei mesi nel suo processo di produzione a 7 nm di prossima generazione, a causa di un difetto che ha prodotto un degrado della resa. Intel prevede di risolvere il problema apportando continue modifiche al processo a 10 nm esistente, estendendolo più a lungo di quanto sarebbe normalmente. Ciò potrebbe anche includere l’outsourcing di alcune produzioni.

E ricordiamo anche che Intel non ha parlato di Rocket Lake negli ultimi annunci finanziari. Si sapeva solo che nella seconda metà del 2021 Intel avrebbe lanciato una nuova gamma di CPU client chiamata Alde Lake e una nuova serie di CPU per server basata su processo produttivo a 10nm denominata Sapphire Rapids. Le notizie che Rocket Lake supporterà PCI Express 4.0 hanno iniziato a trapelare prima di luglio, quando un chip Rocket Lake-S ha iniziato a comparire in alcuni benchmark incentrati sulle performance di PCI Express 4.0.

AUTOREMark Hachman
FONTEComputerworld.com
Mark Hachman
Senior Editor di PC World.com In qualità di Senior Editor dell'edizione americana di PCWorld, Mark scrive principalmente notizie e approfondimenti su Microsoft e le tecnologie dei microprocessori, oltre ad altri argomenti. In passato ha lavorato per PCMag, ExtremeTech, BYTE, Slashdot, eWEEK e ReadWrite. Pubblichiamo le traduzioni dei suoi articoli in virtù dell'accordo di licenza con le testate di IDG Communications. Lo trovate su Twitter come @markhachman