AMD: i Theadripper di terza generazione arriveranno a novembre

Tra problemi di fornitura dei nuovi Ryzen e lo slittamento a novembre del Ryzen 3950X, AMD ha aggiornato anche sulla situazione dei nuovi Threadripper di terza generazione.

Theadripper

Venerdì AMD ha confermato che i processori Threadripper di terza generazione saranno disponibili a novembre, seppur nella versione con 24 core e non con 32 come alcuni avevano sperato. AMD ha anche riconosciuto i problemi a soddisfare la domanda per i suoi chip Ryzen di terza generazione e ha spostato sempre a novembre l’introduzione del suo Ryzen 9 3950X a 16 core.

adv
Investimenti Oracle NetSuite

Prendere decisioni strategiche informate grazie a Business Intelligence e Analytics

Una piattaforma di BI e Analytics deve offrire ai decision maker tutti gli strumenti necessari per migliorare l'efficienza e individuare nuove opportunità prima della concorrenza. Presentiamo una serie di preziose risorse e ricerche in Pdf per approfondire questo argomento da un punto di vista tecnico e strategico. SCARICA LE GUIDE >>

“Ci stiamo concentrando nel soddisfare la forte domanda dei nostri processori AMD Ryzen di terza generazione sul mercato e ora stiamo pianificando di lanciare sia la famiglia AMD Ryzen 9 3950X, sia i modelli iniziali della famiglia di processori AMD Ryzen Threadripper di terza generazione a novembre. Siamo certi che quando gli appassionati metteranno le mani sul primo processore desktop mainstream a 16 core del mondo e sui nostri processori desktop di fascia alta di prossima generazione, saranno entusiasti”, si legge nella nota ufficiale di AMD rilasciata venerdì.

Gli appassionati si chiedevano da tempo quando AMD avrebbe iniziato a distribuire i Threadripper di nuova generazione, il cui lancio nel 2017 era stato accolto con successo soprattutto quando il modello 1950X si era dimostrato molto più performante di altri chip rivali in applicazioni multi-thread come il rendering di immagini. Il Threadripper top di gamma di seconda generazione, il 2990WX, ha debuttato nel 2018 sempre con ottime recensioni.

Ma da allora AMD si è mossa con molta prudenza, promettendo al Computex che un Threadripper di nuova generazione non era affatto stato cancellato dalla sua roadmap e assicurando che gli appassionati avrebbero avuto notizie più precise prima della fine dell’anno. Nel frattempo Intel ha lanciato il Core i9-7980X a 18 core, che ha superato il Threadripper di due core sebbene a un prezzo molto più alto. Intel ha inoltre iniziato a promuovere chip di fascia alta come il Core i9-9900KS, non un concorrente diretto di Threadripper ma un chip di fascia alta che non poteva non mettere un po’ “pressione” al rivale.

AMD non ha per ora rivelato alcun dettaglio sul nuovo Threadripper, ma la comunità di utenti enthusiast ha scovato alcuni indizi incluso un modello a 32 core (che potrebbe essere proprio il nuovo Threadripper) apparso sul sito di Geekbench ad agosto (pagina poi rimossa). Era stato identificato come AuthenticAMD Family 23 Model 49 Stepping 0 nome in codice Sharkstooth, un membro della famiglia AMD Ryzen. I riferimenti a questo chip parlavano di un clock di base di 2,2 GHz e di una frequenza massima di 4,17 GHz.

L’immagine ufficiale di lancio dei nuovi Threadripper che vedete qui sopra può significare che le aspettative erano troppo esagerate o che i dati riportati da Geekbench non erano veritieri. In ogni caso nell’immagine si legge chiaramente 24 core e non c’è alcun riferimento ai 32 core, sebbene questo non escluda automaticamente l’uscita (magari successiva a novembre) di un modello top di gamma come successore del 2990WX.

Nel frattempo AMD ha avuto costanti problemi con la fornitura dei suoi chip Ryzen di terza generazione, più precisamente da quando la società ha iniziato a consegnare l’apprezzato Ryzen 9 3900X a luglio. Alcune settimane dopo il lancio infatti i principali rivenditori non avevano più processori in stock e dagli ultimi avvistamenti su siti come Amazon e Newegg risulta che il 3900X fosse in stock per l’ultima volta il 15 agosto. Meno problemi invece per il Ryzen 7 3800X e per il 3800X, che si trovano più facilmente, ma resta il fatto che il 3900X, molto gettonato oggi su eBay, ha ormai raggiunto prezzi “importanti”.

Data la disparità tra il 3900X e il 3800X, AMD potrebbe avere problemi proprio con la fornitura dei suoi chip di fascia alta, o forse sono i consumatori che stanno comprando in massa questo ottimo processore (o tutte e due le cose). Fatto sta che la società si è impegnata a risolvere il problema. AMD aveva infine promesso che il Ryzen 3950X a 16 core, presentato a giugno durante l’evento videoludico E3 2019 di Los Angeles, sarebbe arrivato sul mercato a settembre, mentre come già accennato poco sopra bisognerà attendere fino a novembre per mettervi sopra le mani.