Intel ha rivelato nuovi dettagli sulla sua prossima generazione di processori (nome in codice Skylake), specificando che i nuovi chip saranno integrati in una vasta gamma di tablet, PC e server. Il colosso americano ha dichiarato che Skylake è l’architettura più importante sviluppata nell’ultimo decennio e che sarà utilizzata per processori mainstream (Core i3, i5 e i7), così come per processori Xeon in ambito server.

Il primo chip Skylake sarà progettato per tablet e ibridi Windows e Android, mentre per i PC si attendono i primi processori dalla seconda metà di quest’anno. Dell per esempio ha già annunciato che rilascerà i primi laptop con processori Skylake a partire da dopo l’estate.

Da questi nuovi chip Intel si aspetta grandi miglioramenti a livello di prestazioni grafiche, una maggior autonomia in ambito portatile e miglioramenti anche per quanto riguarda le CPU. L’architettura Skylake permetterà inoltre di caricare i PC portatili, di connetterli a un monitor e di trasferire dati alle periferiche esterne in modalità wireless.

Al Mobile World Congress 2015 di Barcellona da poco conclusosi, il CEO di Intel Brian Krzanich ha dichiarato che Skylake è un prodotto notevole, partendo dai processori Core M per i dispositivi mobile fino ai processori i7 e Xeon. Tra l’altro Intel sta facendo di tutto per rilasciare i chip Skylake per processori Core M il prima possibile e chiudere il sipario sulla travagliata architettura Broadwell, che a causa di ritardi dovuti a problemi in fase di produzione è arrivata sui PC solo pochi mesi fa.

Intel di solito aggiorna i suoi chip con scadenza annuale, ma a questo punto Broadwell è destinato ad avere una vita più breve visto che Skylake è proprio dietro l’angolo. Per alcuni modelli di laptop molti produttori di PC tra cui Dell e HP attendono direttamente Skylake senza passare prima per Broadwell.

Ricordiamo che l’architettura Skylake equivale a un “tock” nel modello di ciclo di sviluppo dei processori ideato da Intel (l’altro step è invece chiamato “tick”) e che si basa su un processo produttivo a 14 nanometri. I PC con chip Skylake saranno compatibili con Windows, Chrome OS e Android. Ne sapremo sicuramente di più a giugno, quando Intel svelerà nuovi dettagli sui chip Skylake al Computex di Taipei.