Quando si tratta di scegliere una stampante da ufficio le caratteristiche della stampante stessa sono solo metà delle preoccupazioni, accanto al costo delle stampe, la disponibilità di inchiostri e toner nel momento e nel luogo in cui servono, le possibilità di gestione centralizzata da parte del reparto IT, la sostenibilità energetica e dei materiali, e infine la sicurezza, tema sempre più importante. Gli ultimi punti in particolare hanno assunto una maggiore importanza nell’era del lavoro ibrido, con stampanti spesso dislocate a casa di dipendenti e manager.

Come monitorare e gestire le stampanti che non sono collegate alla rete locale? Come fare in modo che inchiostri e toner siano sempre disponibili a casa dei dipendenti, senza dover tenere un grosso stock in magazzino? Come garantire la sicurezza?

I recenti annunci di HP cercano di offrire, con modalità diverse, soluzioni a problemi di questo tipo, semplificando anche la gestione di quelle stampanti che invece continuano a risiedere in ufficio.

HP LaserJet Tank: la stampante laser senza cartucce

Per eliminare alla radice il problema dei costi e della disponibilità delle cartucce di toner, HP ha pensato di eliminare direttamente la cartuccia. HP LaserJet Tank è la prima stampante laser per piccoli uffici che non fa uso di cartucce di toner.

La “lasertank” ha infatti un serbatoio che può essere riempito con ricariche di toner, venduto a un costo molto più contenuto rispetto alle cartucce, e che garantisce un’autonomia di circa 5.000 stampe in bianco e nero (in base allo standard ISO/IEC 19752 e in caso di stampa continua). La tecnologia è stata inizialmente in Cina, India e altri paesi in Asia e Medio Oriente con la linea HP Neverstops nel 2019, ed è ora disponibile in Italia con la nuova serie HP LaserJet Tank.

hp laserjet tank

È interessante notare che, diversamente da quanto avviene solitamente, la stampante viene venduta già con una ricarica completa di toner. Quasi tutte le stampanti, di qualsiasi produttore, sono di solito vendute con cartucce di capacità limitata, tanto che spesso conviene acquistare una prima dotazione di ricambio insieme alla stampante.

Secondo HP, il kit Toner Reload consente di ridurre gli scarti fino al 90 percento e le dimensioni della stampante del 17 percento, nonostante la presenza dei meccanismi per offrire la stampa fronte-retro automatica sui modelli più avanzati (altro fattore che limita gli sprechi, questa volta della carta). Di lunga durata anche l’altro elemento soggetto a usura e costoso da sostituire, il tamburo, che è dichiarato per 50.000 pagine.

La velocità di stampa è fino a 22 pagine al minuto, il cassetto contiene 250 fogli e il modulo di alimentazione automatica per il fronte retro, nei modelli in cui è presente, arriva fino a 40 fogli. I prezzi dei cinque modelli disponibili variano dai 339 euro IVA inclusa del modello base LaserJet Tank 1504w fino ai 459 euro della 2604sdw con scanner e alimentatore automatico di fogli. I kit di ricarica costano invece circa 21 euro (per 2500 copie) e 35 euro (per 5000 copie).

Stampe in abbonamento anche per lo small business

Per le aziende più grandi, il modello di servizio che prevede un canone fisso per un impegno di un certo numero di stampe mensili è disponibile da molto tempo, spesso abbinato a un noleggio operativo per le stampanti. Da un paio di anni HP offre questa possibilità anche ai consumatori, con il programma Instant Ink che ha costi a partire da 99 centesimi per 10 pagine al mese e fino a 25 euro per 700 pagine. La connessione al servizio online HP+ fa sì che il cliente riceva automaticamente a domicilio una nuova cartuccia quando l’inchiostro sta per esaurirsi, senza doversi preoccupare di ordinarlo.

La novità è che questo tipo di servizio è stato esteso anche alle piccole aziende, che si trovano a dover fare i conti con le esigenze di utenti che lavorano da casa, dove non è semplice garantire monitoraggio dei consumi e approvvigionamento delle cartucce di ricambio. Alla versione consumer, Instant Ink per small business aggiunge una gestione in cloud che permette al responsabile IT il controllo di operatività e consumi, e una fatturazione centralizzata.

“Grazie al canone di abbonamento fisso, in base al numero di stampe previste, e al monitoraggio delle stampe eccedenti, l’azienda può tenere più facilmente sotto controllo i costi, mentre la funzione IT non dovrà più preoccuparsi di ordinare le cartucce di ricambio né di recapitarle a casa del collega, perché per ciascuna stampante è possibile impostare un indirizzo di consegna specifico su HP+ – afferma Rossella Campaniello, Printing System Business Director di HP Italy in questo modo i titolari di piccole imprese possano dedicare più tempo e risorse allo sviluppo del business”.

app hp smart print

La HP Smart App per smartphone e tablet permette poi di gestire scansione e stampa da qualsiasi posizione e con un’interfaccia unificata, sia che ci si trovi a casa, sia che si lavori in presenza in ufficio, integrando le attività nei propri flussi di lavoro anche in cloud.

Instant Ink per small business è disponibile in abbinamento a diversi modelli di stampanti abilitate per HP+.

Se la stampante è parte dell’immagine aziendale

Il lavoro in presenza dall’ufficio non è scomparso, ma sta trasformando l’organizzazione del lavoro. Molte aziende hanno riorganizzato gli spazi in ufficio per creare ambienti per la collaborazione e la creatività, trasformando gli open space fitti di scrivanie in ambienti più gradevoli, quasi dei salotti, in cui la funzionalità strizza l’occhio all’estetica.

hp laserjet enterprise e700-e800

È per uffici di questo tipo che è stata pensata la nuova serie di stampanti multifunzione dipartimentali serie HP LaserJet Enterprise Managed E800/E700. Offre funzionalità avanzate, come la possibilità di integrarsi con workflow in cloud, anche sviluppati appositamente dai partner HP per i flussi dell’azienda, o apportare modifiche al documento agendo direttamente dal pannello di controllo touch, come correzioni, evidenziazioni o l’aggiunta della firma. Il tutto, con un design essenziale, moderno e per di più adattabile agli arredi dell’ufficio, grazie alla possibilità di scegliere il colore dei pannelli di rivestimento tra: blu, verde, rosso e giallo.

Le prestazioni di stampa arrivano anche a 70 pagine al minuto, mentre la scansione può arrivare a 300 facciate al minuto con l’alimentatore automatico di fogli. Come le altre stampanti di questa categoria, le LaserJet Enterprise E800/E700 sono disponibili anche in modalità gestita, Managed Print Services.