Anche Samsung entra nel mondo dell’automotive

Il colosso sud coreano svilupperà componenti per veicoli a guida autonoma. Come altri giganti dell’hi-tech, vede grandi opportunità di crescita nella nuova era dei “veicoli software defined”

auto connesse

Samsung ha annunciato che inizierà la produzione di componenti elettronici per l’industria automobilistica, con un focus specifico sui veicoli autonomi. Il colosso sudcoreano dell’elettronica è solo l’ultimo che investe, un po’ in ritardo, nel settore automotive, mentre i sistemi informatici e i sensori a bordo delle auto diventano sempre più sofisticati.

Nel mese di ottobre, General Motors ha annunciato una partnership strategica con la sudcoreana LG Electronics, che fornirà la maggior parte dei componenti chiave per il prossimo veicolo elettrico di GM, la Chevrolet Bolt.

Apple e Google hanno anche sviluppato rispettivamente i sistemi CarPlay e Android Auto che vengono integrati dai produttori d’automobili per permettere agli smartphone di connettersi in modo nativo.

Secondo un rapporto pubblicato da Thomson Reuters, Samsung e le sue affiliati tech stanno investendo in modo importante in ricerca e sviluppo per la tecnologia automobilistica, e due terzi delle loro 1.804 richieste di brevetto negli Stati Uniti, dal 2010 a oggi, riguarda veicoli elettrici e componenti elettrici per autoveicoli.

Samsung Electronics ha dichiarato di voler entrare nello spazio automobilistico per “rispondere preventivamente alle incertezze del business”.

Inizialmente, il team dedicato di Samsung si concentrerà sulla realizzazione di componenti per infotainment e veicoli autonomi. L’operazione sarà guidata dal Vice Presidente esecutivo Jonghwan Park con la supervisione del Vice Presidente e Amministratore Delegato Oh-Hyun Kwon.

Il mercato di software, servizi e componenti combinati per il settore automotive vale circa 500 miliardi di dollari, secondo ABI Resarch.

Thilo Koslowski, Vice President of automotive and smart mobility services di Gartner, ha dichiarato che il mercato dei semiconduttori per l’automotive dovrebbe raggiungere i 32,7 miliardi di dollari nel 2016, in crescita del 5% rispetto a quest’anno. Il mercato automobilistico, secondo Koslowski, sta entrando nell’era dei “veicoli software defined.

Le aziende di elettronica sono molto interessate all’industria automobilistica. La vedono come una grande opportunità di crescita”, ha commentato Koslowski.

 

WHITEPAPER GRATUITI