Windows on ARM: sarà TIM a portare in Italia i primi dispositivi

Nella prima parte dell’anno sarà TIM a portare in Italia i dispositivi Windows on ARM come il Lenovo Miix 630 e l’HP Envy X2.

Proprio ieri abbiamo parlato del Lenovo Miix 630, il terzo dispositivo assieme all’Asus NovaGo e all’HP Envy X2 caratterizzato dalla presenza a bordo di Windows 10 S (aggiornabile gratuitamente alla versione Pro) e del SoC Qualcomm Snapdragon 835 basato su architettura ARM. Questi dispositivi sono laptop (o 2-in-1 a seconda dei casi) molto interessanti sia per la notevole autonomia promessa (circa 20 ore), sia per la connettività LTE a bordo, tanto che sono già stati definiti come PC Always Connected o Windows on Arm.

windows on arm

La notizia delle ultime ore proveniente dal CES 2018 di Las Vegas è che sarà TIM a portare in Italia nella prima metà dell’anno questi dispositivi di nuova concezione. Dopotutto parliamo di device che devono ospitare una nanoSIM (la scelta di TIM non deve quindi stupire) e, cosa strana ma gradita, l’Italia rientra tra i primi Paesi dove saranno commercializzati questi dispositivi assieme a Cina, Stati Uniti e Gran Bretagna.

Tempistiche precise e prezzi sono ancora da scoprire, ma nel comunicato stampa congiunto di Microsoft e Qualcomm si legge che già nelle prossime settimane dovrebbero essere rilasciate dagli operatori interessati informazioni più dettagliate. Ricordiamo infine che questi di Lenovo, Asus e HP rappresentano la prima generazione di PC Windows 10-ARM, visto che il passo successivo sarà l’integrazione del SoC Snapdragon 845.