Negli ultimi anni l’hardware è diventato una priorità per Microsoft. I tablet Surface Pro e i PC portatili Surface Book potrebbero essere solo l’inizio di una nuova strategia PC della società di Redmond: stando ad alcuni report, infatti, l’azienda starebbe lavorando anche a un PC desktop.

Secondo Windows Central, la società è al lavoro su un Surface AIO, un PC desktop all-in-one che potrebbe presto unirsi all’esistente linea di prodotti Microsoft Surface.

Windows Central supporta quanto precedentemente dichiarato da DigiTimes, secondo il quale Microsoft avrebbe introdotto un PC desktop Surface “nel terzo trimestre del 2016”.

Specifiche tecniche e tempistiche sono ancora avvolte nel mistero, ma sia DigiTimes che Windows Central suggeriscono che il rilascio della nuova generazione di Surface Book dipende dalla disponibilità dei processori Kaby Lake a 14 nanometri di Intel.

Inoltre, Brad Sams di Thurrott sottolinea che lo scorso anno Microsoft ha presentato una domanda di brevetto che comprende il disegno di un PC all-in-one.

Una nuova direzione per i PC?

L’espansione di Microsoft nel segmento hardware arriva in un momento di calo delle vendite di PC, che, nel primo trimestre del 2016, hanno registrato un crollo di quasi il 12 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Microsoft da sola non può invertire questo trend, ma potrebbe indicare all’industria dei PC una nuova direzione da seguire, così come il Surface Book ha fatto intravedere nuove opportunità per i portatili.

E, come sottolinea Daniel Rubino di Windows Central, Microsoft è ben posizionata per portare qualcosa di nuovo con un dispositivo desktop e basato sul touch: un Surface all-in-one potrebbe rappresentare un dispositivo unico, utile e facile da usare.