HP Inc. ha tolto i veli alla nuova serie Z composta da tre workstation pienamente aggiornabili che, nel caso del modello top di gamma, si preannunciano degli autentici mostri di potenza.

Ci riferiamo alla Z8 G4, workstation erede della Z840 che può ospitare un doppio processore Intel Xeon Skylake-Sp per un numero massimo di 56 core (28 x 2 nel caso dei modelli Platinum 8180), 24 slot per la RAM (fino a di 3 TB di memoria DDR4 Ecc), sei canali di memoria a 2.666 MHz, doppio connettore M.2 e fino a tre GPU Nvidia Quadro P6000.

Ricchissimo anche il parco connessioni tra 10 porte Usb Type-C 3.1 Gen 2, doppie porte GbE, nove slot PCIe e compatibilità opzionale con Thunderbolt 3, mentre come alimentatori sono disponibili nuovi modelli ad alta efficienza fino a 1700 Watt. Il prezzo, riferito per ora al solo mercato USA, parte da 2349 dollari e arriva a circa 35000 dollari con la configurazione più potente con due processori Platinum 8080 e le tre GPU Nvidia.

workstation Z

Prezzi a dir poco elitari e per fortuna HP ha presentato anche due modelli meno esosi. La workstation Z6 parte ad esempio da 1919 dollari, prevede la configurazione a doppio processore solo come opzione e supporta fino a 384 GB di memoria Ddr4-2666 Ecc. Sono inoltre presenti due porte Usb 3.1 Gen 1 Type-A e due Usb 3.1 Gen 2 Type-C.

Prezzi ancora più bassi (in questo caso si parte da circa 1000 dollari) per il modello Z4, workstation a singolo processore (Xeon W fino a 10 core), supporto fino a 256 GB di RAM DDR4-2666 e con cinque slot PCIe, ai quali si affiancano sempre due slot per dischi in formato M.2.

Per quanto riguarda i sistemi operativi, le opzioni offerte da HP prevedono Windows 10 Pro, Windows 7, Red Hat Enterprise Linux e HP Linux Installer Kit. Tutte le nuove workstation integrano infine opzioni di sicurezza avanzate tra cui HP Sure Start Gen 3, TPM 2.0, Secure Authentication e HP Secure Erase.

WHITEPAPER GRATUITI