Una battaglia tra pesi massimi si aprirà nei prossimi mesi e a combatterla saranno i laptop Windows 10 e i Chromebook, con Acer che giocherà su entrambi i fronti grazie a PC portatili a basso prezzo e a ibridi laptop-tablet che ha presentato ieri a New York in un evento speciale.

Il prodotto più interessante di Acer su questo versante è il nuovo Chromebook 15 CB3-531 con display da 15” (foto in alto), che arriverà sul mercato a luglio a 199 dollari. Prezzo molto basso ma non da record, visto che recentemente i produttori cinesi HiSense e Haier hanno rilasciato dei Chromebook con display da 11.6’’ a 149 dollari.

Leggi anche: tre domande per scoprire se Chrome OS può davvero essere adatto alle tue esigenze 

Per 199 dollari non bisogna aspettarsi grandi prestazioni da questo nuovo Chromebook, che può comunque contare su un display più ampio del solito (molti Chromebook sono da 11.6’’ o 13.3’’), su un processore Intel Celeron e su un’autonomia di oltre 11 ore; da segnalare anche i 16 GB di memoria interna, le porte USB 3.0 e 2.0, uno slot per schede di memoria e la connettività Wi-Fi.

Leggi anche: un Chromebook da 149 dollari: ecco la prova

Passando a Windows, Acer ha annunciato nuovi laptop e ibridi Aspire, sempre caratterizzati da prezzi molto aggressivi. I laptop arriveranno sul mercato entro la fine dell’anno con Windows 8.1, ma saranno aggiornabili a Windows 10 non appena Microsoft rilascerà il suo nuovo sistema operativo in estate. I laptop Windows includono due ibridi Aspire Switch 10 con display da 10.1’’ rimovibili, che all’occorrenza si trasformano in tablet, e con un’autonomia di 12 ore.

L’Aspire Switch 10 SW3-013 è un modello entry-level con prezzi a partire da 279 dollari, mentre l’Aspire Switch 10 SW5-015, disponibile da agosto, offre alcune funzionalità aggiuntive come il vetro protettivo Gorilla Glass 3 e un display Full HD. Tutti i nuovi modelli Switch hanno processori Intel e 64 GB di storage interno.

Il nuovo ibrido Aspire R11, in vendita da luglio con prezzi a partire da 249 dollari, vanta invece un display più grande da 11.6’’, che però non è rimovibile ma collegato alla tastiera. Rimane comunque possibile utilizzare il laptop come tablet ruotando lo schermo. Acer ha annunciato anche il laptop Aspire V15 (599 dollari in uscita ad agosto) e il modello entry-level Aspire ES con prezzi a partire da 229 dollari.

Acer, che nel 2009 era il secondo più grande produttore di PC al mondo, ha sofferto come altri l’arrivo dei tablet e non è ancora riuscita a fare la differenza nel mercato degli smartphone, dei tablet e dei dispositivi indossabili. Ha però trovato un nuovo filone d’oro (si fa per dire) nei Chromebook, che nonostante volumi di vendita ancora limitati, si sta facendo largo come seria alternativa ai laptop Windows a basso prezzo tra gli utenti che non necessitano di grande potenza di calcolo e che utilizzano il PC soprattutto su Internet.

Il mercato dei Chromebook è letteralmente raddoppiato l’ultimo anno e i numeri di Acer in questo comparto sono addirittura triplicati. Il prezzo molto allettante di questi laptop con sistema operativo Chrome OS non ha interessato solo i consumatori, ma anche i produttori stessi, che per diversi dispositivi stanno scegliendo un modello di prezzo molto aggressivo sullo stile di HP, che ha in listino il tablet Stream 7 con Windows 8.1 a soli 99 dollari.